Turismo: Ortona cresce, Vasto resta al palo

I consiglieri comunali Del Prete e D'Alessandro incalzano l'attuale amministrazione vastese: "Manca una seria azione politica e programmatoria del turismo"

“La nave da crociera tedesca Ms Hamburg ha attraccato al Porto di Ortona. E Vasto?”. A chiederselo sono Nicola Del Prete e Davide D’Alessandro, consiglieri comunali eletti in una coalizione moderata che nel proprio programma elettorale aveva il turismo al primo posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Sentiamo il sindaco parlare con enfasi dei prossimi lavori al Porto di Vasto e ne siamo fieri, ma se al potenziamento del nostro bacino portuale nessuno si preoccupa di abbinare una seria e valida politica di sviluppo turistico e di potenziamento dell’offerta turistica, ci dite a che servono la Riserva di Punta Aderci, la costa dei Trabocchi, la realizzanda Via Verde ed il futuro Parco della costa teatina? La nave da crociera attraccata al Porto di Ortona – proseguono i due esponenti politici – ha sbarcato quasi 400 turisti tedeschi, condotti in un tour per i più pittoreschi porti del Mediterraneo orientale con visite programmate nell'entroterra. La permanenza degli ospiti è programmata interamente in città, ad Ortona, con visite alla cattedrale di San Tommaso, teatro Tosti, castello aragonese e musei. E tutto questo grazie all’azione dell’amministrazione comunale che crede, evidentemente, nello sviluppo turistico e nell’utilizzo diversificato del suo bacino portuale che non ci pare abbia fondali più alti di quelli del Porto di Punta Penna! Allora, è evidente che si tratta di scelte politiche ben precise – concludono Del Prete e D’Alessandro – Vasto in materia di sviluppo e promozione del turismo è ferma al palo, non c’è un assessore delegato, la pianificazione del turismo è delegata allo staff del sindaco perché svolga funzioni organizzative di eventi e manifestazioni. Nulla che faccia pensare ad una seria azione politica e programmatoria in quello che è l’unico settore produttivo, in questo momento, che può essere potenziato. La riprova ce la da Ortona che da porto commerciale, adesso, diventa anche porto turistico. Prima di Vasto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento