Sciopero Sevel al 40%, martedì l'incontro con la Fiat

Si parlerà anche della Sevel di Atessa all'incontro previsto per martedì 29 novembre a Torino. Lo stop di sabato promosso dalla Fiom-Cgil di Chieti contro la disdetta degli accordi sindacali da parte di Fiat ha avuto una discreta adesione

Produzione più che dimezzata durante lo sciopero di otto ore sabato scorso alla Sevel di Atessa. Soddisfatta la Fiom-Cgil di Chieti, che ha invitato gli operai a fermarsi per protestare contro la disdetta degli accordi sindacali da parte di Fiat.

I dati del sindacato contrastano con quelli diffusi dal Lingotto, secondo cui le adesioni si attestano invece al 17 per cento.

Cresce l'attesa intanto per la riunione ai vertici della Fiat prevista domattina. Allo stabilimento in Val di Sangro la Fiom terrà due assemblee davanti i cancelli alle 9 e alle 15. "Da queste assembleee - dice Marco Di Rocco, segretario provinciale - dovranno scaturire nuove azioni di lotta per impedire un accordo sindacale separato in Sevel". Qualora la Fiom non riuscisse a negoziare con l'azienda, non ci sarà la conquista del contratto nazionale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

Torna su
ChietiToday è in caricamento