Sciopero Sevel al 40%, martedì l'incontro con la Fiat

Si parlerà anche della Sevel di Atessa all'incontro previsto per martedì 29 novembre a Torino. Lo stop di sabato promosso dalla Fiom-Cgil di Chieti contro la disdetta degli accordi sindacali da parte di Fiat ha avuto una discreta adesione

Produzione più che dimezzata durante lo sciopero di otto ore sabato scorso alla Sevel di Atessa. Soddisfatta la Fiom-Cgil di Chieti, che ha invitato gli operai a fermarsi per protestare contro la disdetta degli accordi sindacali da parte di Fiat.

I dati del sindacato contrastano con quelli diffusi dal Lingotto, secondo cui le adesioni si attestano invece al 17 per cento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cresce l'attesa intanto per la riunione ai vertici della Fiat prevista domattina. Allo stabilimento in Val di Sangro la Fiom terrà due assemblee davanti i cancelli alle 9 e alle 15. "Da queste assembleee - dice Marco Di Rocco, segretario provinciale - dovranno scaturire nuove azioni di lotta per impedire un accordo sindacale separato in Sevel". Qualora la Fiom non riuscisse a negoziare con l'azienda, non ci sarà la conquista del contratto nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

Torna su
ChietiToday è in caricamento