Rifiuti: a Chieti la Tarsu cala del 5%, cresce la raccolta differenziata

Secondo un dossier di Cittadinanzattiva, che per il sesto anno studia le cifre pagate da una famiglia di 3 persone con una casa di 100 metri quadrati, fra il 2011 e il 2012 a Chieti la Tarsu è scesa del 5%: da 240 euro a 228

Un’indagine sui costi che i cittadini di tutta Italia hanno affrontato per lo smaltimento dei rifiuti. L’ha portata a termine, per il sesto anno consecutivo, Cittadinanzattiva, che prende in considerazione per l’anno 2012 una famiglia tipo di 3 persone, con una casa di proprietà di circa 100 metri quadrati e un reddito lordo di 44.200 euro. 

Considerando i dati complessivi della regione Abruzzo, dal 2011 al 2012 la spesa è calata del 3%, passando da una media di 217,5 euro ad una di 211; i costi sono aumentati del 7,7 % dal 2007 all’anno scorso. Cifre comunque inferiori alla media nazionale di 253 euro. 

Per quanto riguarda la città di Chieti, tenendo in considerazione la famiglia tipo analizzata dal dossier di Cittadinanzattiva, l’importo della Tarsu relativo al 2012 ammonta a 228 euro, ossia 2,05 euro a metro quadrato. L’addizionale erariale ammonta al 10%, quella provinciale all’1%. 

Secondo i dati di Cittadinanzattiva nel capoluogo di provincia fra il 2011 e il 2011 la Tarsu è calata del 5%: da 240 euro a 228 euro. Dal 2007 si è registrato un aumento del 9,5%. 

Chieti e Teramo sono i capoluoghi abruzzesi in cui c’è stato un calo più elevato degli importi dovuti per lo smaltimento dei rifiuti, rimasti invariati a Pescara e all’Aquila. Forse perché il capoluogo teatino e quello teramano avevano raggiunto le cifre più alte: rispettivamente 240 e 248 euro. Per la variazione dal 2007 al 2012 Chieti è seconda soltanto a Pescara: i residenti della città adriatica l’anno scorso hanno pagato il 30 per cento in più rispetto a cinque anni prima. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Chieti cominciano a farsi sentire gli effetti della raccolta differenziata: la produzione pro capite di rifiuti urbani nel 2011 è di 548,8 chilogrammi, il 9,6% rispetto al 2010. La differenziata è aumentata del 14,9%, raggiungendo il 45,2%. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • I benefici del fitwalking, la camminata veloce che fa perdere peso

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Ex carabiniere ucciso con tre colpi di pistola: caccia all'assassino e al complice che l'ha aiutato a fuggire

  • SpaceX sui cieli di Chieti: emozione per il lancio della navicella nello spazio

Torna su
ChietiToday è in caricamento