Mercatone Uno: pubblicato il bando per la vendita del gruppo, compreso il negozio di San Giovanni Teatino

Si parte da una base d'asta di 280 milioni di euro per l'intero complesso aziendale, ossia i 79 punti vendita in tutta Italia. Non è previsto il trasferimento dei debiti del Gruppo a carico dell'acquirente

Dopo la riapertura del punto vendita di San Giovanni Teatino, lo scorso marzo, il gruppo Mercatone uno lancia il bando internazionale per la vendita del gruppo. Si parte da una base d’asta di 280 milioni di euro per l’intero complesso aziendale, compresi i 79 punti vendita in tutta Italia, e anche quello nel chietino. Si possono presentare le offerte da oggi (giovedì 16 giugno) fino alle ore 18 del 7 settembre prossimo. Il disciplinare di gara è disponibile sul sito www.mercatoneunoamministrazionestraordinaria.it.

L’autorizzazione al processo di vendita è stata data lo scorso 7 giugno dal ministero dello Sviluppo economico, con il parere favorevole del Comitato di sorveglianza. Il bando è stato predisposto dai commissari straordinari Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari. 

Il bando internazionale è uno strumento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi della Procedura di Amministrazione Straordinaria: salvaguardia aziendale, tutela occupazionale, soddisfazione dei creditori.

La base d’asta di 280 milioni di euro è stata determinata sulla base di perizie di esperti indipendenti sull’attuale valore patrimoniale dell’Azienda, prevalentemente rappresentato dal compendio immobiliare e relative licenze commerciali.  Le attività verranno cedute libere da gravami. Non è previsto il trasferimento dei debiti del Gruppo a carico dell’acquirente.

Il bando è aperto a operatori industriali e finanziari che possano garantire una concreta prospettiva di rilancio industriale del Gruppo che, ad oggi, mantiene una notevole importanza in termini di quote di mercato del settore,  pari a circa il 10%.

L’attività dei Commissari Straordinari, nominati con Decreto Ministeriale del 7 aprile 2015, ha creato le basi per il rilancio di Mercatone Uno, salvaguardando la piena operatività ad oggi di 59 punti di vendita rispetto ai 42 che erano aperti all’inizio della procedura.

La prospettiva è quella di rendere completamente operativi 61 punti di vendita con oltre 320.000 metri quadri di superficie commerciale nei prossimi mesi, che svilupperanno un fatturato che nel 2016 supererà i 400 milioni di euro, rispetto al fatturato di chiusura nel 2015 pari a 347 milioni di euro.

L’integrazione del Piano Triennale dei Commissari, approvata dal Ministero il 20 maggio 2016, prevede poi per il 2017 un fatturato pari a 530 milioni di euro. In questo modo, anche grazie alle positive relazioni con le organizzazioni sindacali, è stato raggiunto l’obiettivo della salvaguardia di migliaia di posti di lavoro (3.345 unità al 30 aprile 2016)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trova buoni fruttiferi del Regno d'Italia nella casa delle vacanze, pensionato cita in giudizio le Poste

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Accoltellata nel cortile di casa a Francavilla: non ce l'ha fatta Aliona Oleinic

  • Dopo il cambio di sesso, Carmen Eleonor si racconta per combattere i pregiudizi

  • Visite fiscali 2019: gli orari e le ultime novità targate Inps

  • Pensionato a spasso col cane trova un chilo e mezzo di eroina nel parco

Torna su
ChietiToday è in caricamento