Prorogata la scadenza degli avvisi pubblici per l'affidamento dei campi Celdit e Sant'Anna

Il termine ultimo per presentare le offerte è stato spostato alle ore 12 di lunedì 3 aprile. L'affidamento partirà dal 1° luglio per la durata di 10 anni

Prorogata di 20 giorni la scadenza degli avvisi pubblici per l'affidamento della gestione in concessione degli impianti sportivi Celdit, in via Pescara, e Sant’Anna, in strada Fonte Cruciani

Il termine ultimo per presentare le offerte è stato spostato alle ore 12 di lunedì 3 aprile.

Come già previsto in precedenza, l'affidamento partirà dal 1° luglio e avrà la durata di 10 anni. Le offerte presentate per il campo del Celdit dovranno prevedere un progetto di miglioria dell’impianto sportivo e un recupero con riqualificazione per fini ludici e sportivi delle aree ex campi da tennis comprese tra la gradinata e il parcheggio della palestra di Colle dell’Ara. Per il campo di Sant’Anna, è previsto il recupero delle aree verdi comunali circostanti con particolare riguardo al sentiero pedonale che collega l’impianto sportivo e via Albanese, da realizzarsi entro il primo anno di gestione.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Taglio di alberi in via della Liberazione, il Wwf: "Periodo assolutamente inadatto"

    • Video

      Video I Buon 25 aprile: il ricordo della Resistenza in provincia di Chieti

    • Politica

      L'Anticorruzione ferma il nuovo ospedale ma per D'Alfonso è tutto chiaro

    • Cronaca

      Cade a causa del tombino al Tricalle: il Comune dovrà pagare 7mila euro

    I più letti della settimana

    • Riapre il ristorante Bellavista: grande festa il 29 aprile

    • Sinistra Italiana su Sevel: "Si avvii un'indagine sulle condizioni di lavoro dei dipendenti"

    • Ristorante cerca cuoca con esperienza a Chieti

    • A Francavilla si vincono 400 euro per disegnare la prima pagina del calendario di eventi estivi

    • Legambiente raccoglie firme contro la cementificazione e racconta nel dossier il caso Megalò

    • La Honda di Atessa produce il milionesimo scooter della sua storia

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento