A Natale vince lo spreco di cibo: l'Abruzzo sul podio

Tra Natale e Capodanno ogni famiglia abruzzese sprecherà 120 euro in media secondo la stima degli analisti di Ener2Crowd

L'Abruzzo è la regione che sperpera più cibo a Natale: lo evidenza il ranking regionale di Ener2Crowd, piattaforma italiana di lending crowdfunding energetico, che ha realizzato una stima dello spreco alimentare delle famiglie italiane nel periodo natalizio.

Lo sperpero nelle case degli abruzzesi è al suo punto massimo tra Natale e Capodanno, quando ogni famiglia sprecherà 120 euro. Sul podio delle regioni meno virtuose con l'Abruzzo ci sono Lazio, con una spesa di 115 euro e la Lombardia con 112.

Si spende meno, invece, intorno ai 60 euro, in Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta e Trentino Alto Adige (59 euro).

Nella media ogni anno lo sperpero di cibo a livello nazionale è pari a 17 miliardi di euro, l'equivalente dell'1% del Pil, di cui 14 mld dissipati per il cibo già prodotto e gettato via dai cittadini e 3 mld per lo spreco di filiera e distribuzione.

Tra Natale e Capodanno, evidenzia ancora  Ener2Crowd, si getteranno via in tutt'Italia oltre 500 mila tonnellate di cibo, portando anche a un'impennata del livello di inquinamento, perché ogni tonnellata di rifiuti alimentari produce 4,2 tonnellate di CO2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

  • Cane investito e ucciso in pieno centro nell'indifferenza, la rabbia dei padroni: "Il responsabile deve pagare"

Torna su
ChietiToday è in caricamento