Ex Blutec: salva la cassa integrazione, ammortizzatori prolungati fino a dicembre

La mancata messa a disposizione di questo fondo avrebbe visto l' obbligo per il commissario a causa della mancanza di liquidità di portare i libri in tribunale. In quel caso tutto il gruppo Blutec compresa Ingegneria Italia di Atessa sarebbero andate fallite

Nuovo incontro ieri al Ministero per lo sviluppo economico sulla vertenza Blutec, gruppo della componentistica con sede anche ad Atessa, commissariato il 12 marzo scorso in seguito a procedimenti giudiziari nei confronti dei vertici aziendali. Dopo l'incontro, riferiscono dal Mise, è stato stilato un verbale di accordo che consente il rifinanziamento della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori dello stabilimento Blutec di Termini Imerese, a partire dal 1 luglio e fino al 31 dicembre 2019.

La scadenza degli ammortizzatori sociali era prevista infatti per il prossimo 30 giugno. Per la Fiom-Cgil: "È stato scongiurato un problema drammatico, adesso serve un piano concreto, a partire dal positivo lavoro messo in campo dal commissario e dall'intesa tra le istituzioni locali e il governo trovando una soluzione per la reindustrializzazione dello stabilimento siciliano, anche attraverso una interlocuzione con Fca".

Per quanto riguarda i fondi pensione e nello specifico Cometa, a livello nazionale c'è un debito di circa 4,000,000,00 di euro che interessa per la maggior parte il sito di Atessa: anche in questo caso sono state aperte discussioni con il fondo Cometa con il supporto delle organizzazioni sindacali per cercare di programmare il rientro del debito.

"Tutti gli altri interventi che si stanno mettendo in opera e per i quali iniziamo a vedere concretezza - sottoliena per la Fiom di Chieti Andrea De Lutis - sono indirizzati nella manutenzione straordinaria degli impianti in special modo quelli che servono Sevel. Dopo una serie di riunioni sta per partire la manutenzione del tetto dello stabilimento che vede le lavoratrici e i lavoratori nelle giornate di pioggia lavorare quasi a cielo aperto. In generale in tutti gli stabilimenti l' amministrazione si sta preoccupando di dare priorità alla sicurezza e agli interventi che possono garantire la continuità lavorativa in un ottica futura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

Torna su
ChietiToday è in caricamento