homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Regolamento aperture estive: il plauso di Confcommercio

La Giunta Regionale ha deciso per 26 aperture domenicali e 4 festive con la possibilità di estendere questa opportunità fino a 10 giornate, assieme al divieto di apertura di nuovi centri commerciali per i prossimi 48 mesi

La giunta regionale ha regolamentato le aperture festive e domenicali in risposta al Decreto sulle liberalizzazioni predisposto dal Governo.

Saranno 26 le aperture domenicali, più 4 festive, alle quali portanno aggiungersi fino a dieci giornate  per esigenze specifiche del territorio e della collettività in relazione a eventi o iniziative di promozione del commercio.

Soddisfatte le sigle sidnacali di categoria, come Confcommercio Chieti, che sin dall'inizio si era battuta strenuamente per mettere un freno alle aperture indiscriminate delle attività commerciali. “Sarebbe stato un colpo mortale al piccolo commercio  - commenta il presidente provinciale Angelo Allegrino - che non ha i mezzi e il personale della grande distribuzione. Peraltro il commercio al dettaglio vive una fase di oggettiva crisi e stare aperti 365 giorni l’anno con orario continuato avrebbe comportato anche problemi sociali e di sicurezza nei nostri territori urbani”.

La soluzione adottata dalla Regione è stata accolta pienamente, assieme a quella che conferma il blocco dell’apertura di nuovi centri commerciali in Abruzzo per i prossimi 48 mesi, con modifica della legge 11 del 2008.

Adesso la palla passa alla quarta commissione del Consiglio regionale che sarà chiamata a ratificare il progetto di legge licenziato dalla giunta regionale. “Resteremo vigili su un argomento che ci sta molto a cuore. Intanto- riprende Allegrino- plaudiamo a questo modo di fare politica che, finalmente, ascolta e raccoglie le indicazioni delle forze e delle associazioni che operano fattivamente tutti i giorni sul territorio nell’ambito del commercio.”
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Scontro auto e moto all'imbocco di via Masci, torna la questione sicurezza

    • Cronaca

      Casa popolare sporca, l'assessore Saute: "La famiglia ha accettato di fare i lavori"

    • Politica

      Lanciano, interrogazione di Forza Italia sull'arrivo di profughi a Villa Elce

    • Cronaca

      Muore Marco Di Rocco, ex segretario provinciale Fiom-Cgil

    I più letti della settimana

    • Gomme invernali, tra ordinanze e nuovi controlli è meglio mettersi al sicuro

    • Its formazione per il lavoro: prorogate le iscrizioni al 24 settembre

    • Slow Food, un francobollo per il trentesimo anniversario

      Torna su
      ChietiToday è in caricamento