Airone Technic: chiesto l'intervento del Ministro Passera

I Presidenti Di Giuseppantonio e Testa scrivono una lettera al Ministro dello Sviluppo chiedendo che il centro di manutenzione dell'aeroporto resti nel territorio

Corrado Passera

I presidenti delle Province di Chieti e Pescara, Enrico Di Giuseppantonio e Guerino Testa, hanno scritto al  Ministro dello Sviluppo economico, Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, chiedendogli di intervenire per trovare una soluzione al problema  del centro di manutenzione Airone Technic presso l’aeroporto d’Abruzzo, una struttura che è stata chiusa dal primo maggio scorso e con gli 80 lavoratori posti in cassa integrazione.

Nella missiva i due Presidenti evidenziano che una cordata di imprenditori abruzzesi ha da tempo avanzato l’offerta di rilevare Airone Technic e di investire affinchè un patrimonio consolidato di professionalità ed esperienza non vada perduto.

"La proposta ha riacceso le speranze di proseguire l’attività di manutenzione nel nostro territorio – sottolineano Di Giuseppantonio e Testa – ma le trattative finora avviate sono state infruttuose a causa del reticente atteggiamento manifestato dai vertici di Cai – Alitalia. Il nostro impegno è quello di assicurare la presenza dell’Airone Technic sul nostro territorio ed è basato sulla convinzione ponderata che sussistono possibilità concrete di preservare le risorse umane e strumentali dell’azienda e quindi di scongiurarne il definitivo smantellamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due Presidenti hanno anche scritto al Ministero dello Sviluppo economico per sollecitare la convocazione urgente di un tavolo di confronto. "Il confronto richiesto, alla presenza di tutti gli interlocutori interessati, è ad oggi improrogabile – concludono Di Giuseppantonio e Testa. Ogni ulteriore attesa rischia di rendere impraticabili le proposte avanzate dalla cordata degli imprenditori locali e di condannare definitivamente lavoratori qualificati ad un lungo periodo di cassa integrazione".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

Torna su
ChietiToday è in caricamento