Tradizioni d'Abruzzo, il torrone di Guardiagrele

Più simile al croccante, che al tradizionale torrone, era uno dei cibi preferiti dello scrittore abruzzese Ignazio Silone, che lo regalava ai suoi amici romani

Simile al croccante, realizzato con mandorle tostate e zucchero, più piccolo del tradizionale torrone, quello di Guardiagrele viene prodotto solo in questa località ed era uno dei cibi preferiti dello scrittore abruzzese Ignazio Silone, che lo regalava ai suoi amici romani. 

Compatto, di colore scuro, non eccessivamente dolce, si realizza tostando le mandorle intere, che poi vengono mescolate a zucchero, cannella e frutta candita in recipienti di accaio, che anticamente erano di rame. Non è più lungo di 8 centimetri e alto 3 e non arriva a pesare più di 100 grammi.

Potrebbe interessarti

  • La vastese Roberta Petroro sposa mister Oddo

  • Aperitivo a Chieti: 6 locali da non perdere

  • Lotta tumore al seno: attivato il progetto di prevenzione gratuita a Chieti

  • All'ospedale di Chieti nasce "Spazio mamma", per prevenire e curare la depressione in gravidanza

I più letti della settimana

  • Dolore a Bucchianico per Daniele, morto mentre provava la moto dell'amico: oggi lutto cittadino

  • Bucchianico, incidente in moto: muore giovane ragazzo

  • Evade oltre 700mila euro: sequestrati conti correnti e villa al titolare di azienda vitivinicola

  • Caldo killer, malore sulla spiaggia a Ortona: muore a 50 anni

  • Il sindaco di Chieti si è dimesso: "Non ci sono le condizioni per andare avanti"

  • "Daniele vive con noi": Bucchianico festeggia i 25 anni di Saraullo

Torna su
ChietiToday è in caricamento