Studenti dell'Itis alla scoperta dei segreti dell'aeroporto

Protagonisti i ragazzi delle classi I e II Trasporti e logistica dell’istituto industriale Luigi di Savoia, accolti da Saga ed Enav

Studenti alla scoperta dei segreti dell’aeroporto d’Abruzzo venerdì (12 febbraio). Protagonisti dell’insolita gita i ragazzi delle classi I e II Trasporti e logistica dell’istituto industriale Luigi di Savoia di Chieti, accolti da Saga ed Enav per conoscere più da vicino la realtà lavorativa dello scalo di San Giovanni Teatino. 

Il personale tecnico per la manutenzione di aerei, il personale di terra per la gestione di un aeroporto e il personale in torre di controllo per la regolamentazione del traffico aereo sono figure fondamentali in un aeroporto di qualsiasi grandezza - spiega la dirigente scolastica Anna Maria Giusti - e questi sono i motivi  principali che ci hanno spinto ad  organizzare questa importante visita al fine di creare una sinergia per l’organizzazione di questo indirizzo.”. 

La mattinata è iniziata con un breve briefing da parte della società Saga, che ha illustrato ai ragazzi le fasi e i tempi di imbarco dei passeggeri, dal check-in al decollo dell'aeromobile. Dopo una visita all'hangar dell'AeroClub, per vedere più da vicino gli aerei dell'associazione (da 2 a 4 posti), qualcuno ancora in costruzione, l'incontro è proseguito in Torre di Controllo. 

Il personale Enav è stato molto disponibile nel ricevere i ragazzi e ha organizzato una breve introduzione al mondo aeronautico in sala conferenza, prima di iniziare la visita vera e propria. Gli studenti hanno avuto la possibilità di osservare il lavoro e la strumentazione in uso nello scalo: le apparecchiature radio per i contatti con aerei che transitano sul territorio abruzzese e i computer con software dedicati  all'elaborazione delle condizione meteo della zona. Emozionante è stato per loro ascoltare in torre di controllo tutte le varie  comunicazioni, per l'autorizzazione al decollo di un aereo pronto sulla pista e quelle  per l'atterraggio di un elicottero proveniente da Montesilvano.

“Questa è stata una delle tante visite e collaborazioni che la scuola sta realizzando in questo periodo per l'indirizzo di Trasporti e Logistica del Savoia,realtà giovane e unica nel nostro territorio abruzzese” conclude la preside. 

L'incontro è stato possibile grazie alla nuova collaborazione con l'AeroClub “Breda” di Pescara, partner della scuola in vista delle prossime attività di alternanza scuola-lavoro.