Truffe online, caravan e cellulari mai arrivati: cinque persone denunciate

Avevano incassato somme per un totale di 3500 euro. I cinque operavano da varie parti d’Italia, Marche, Veneto, Calabria, Toscana e in un caso anche in provincia di Teramo

Cinque persone di età compresa tra i 19 e i 31 anni sono state identificate e denunciate dai carabinieri della stazione di Torino di Sangro con l’accusa di truffa aggravata.

Gli episodi, non collegati tra di loro, riguardavano però tutti la finta vendita online di prodotti di vario genere. L’indagine è scaturita dalla denuncia di una decina di persone della zona incappati nei truffatori dopo aver pagato anticipatamente materiale informatico, telefoni cellulari e, in un caso, addirittura un caravan, senza però mai riceverli.

I cinque denunciati avevano incassato somme per un totale di 3500 euro. Secondo i carabinieri, per prendere tempo i truffatori tendevano a rispondere alle prime lamentele degli acquirenti asserendo di aver effettivamente spedito la merce e incolpando il sistema postale del ritardo della consegna.

Le cinque persone identificate e denunciate operavano da varie parti d’Italia, Marche, Veneto, Calabria, Toscana e in un caso anche in provincia di Teramo. I falsi annunci di vendita erano stati inseriti su un noto sito di vendite online e il pagamento avveniva mediante una ricarica su carte postepay.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arriva il contrassegno di Stato per i vini Montepulciano d’Abruzzo Doc

  • Cronaca

    Fossacesia: 200.000 euro per la manutenzione stradale delle vie cittadine

  • Cronaca

    Teresa Seneke: vita misteriosa di una compositrice teatina

  • Politica

    Bruno Di Paolo: "Il Comune affidi il servizio di verifica impianti termici alla Teateservizi"

I più letti della settimana

  • Vincita record a Ortona: un fortunato giocatore incassa più di 216mila euro al Lotto

  • Furti notturni a Chieti Scalo: assalto a Megalò, ripuliti un'azienda e due ristoranti

  • Miss Grand Prix e Mister Italia: alla Casina dei tigli le selezioni per Uomini e donne e Temptation Island

  • Imboccano contromano l'asse attrezzato: paura per tre suore

  • Sulmona: aggredito con olio bollente agente di polizia penitenziaria di Chieti

  • Nozze non consumate, a 96 anni chiede il divorzio: "Lei voleva solo i soldi"

Torna su
ChietiToday è in caricamento