Truffe online, caravan e cellulari mai arrivati: cinque persone denunciate

Avevano incassato somme per un totale di 3500 euro. I cinque operavano da varie parti d’Italia, Marche, Veneto, Calabria, Toscana e in un caso anche in provincia di Teramo

Cinque persone di età compresa tra i 19 e i 31 anni sono state identificate e denunciate dai carabinieri della stazione di Torino di Sangro con l’accusa di truffa aggravata.

Gli episodi, non collegati tra di loro, riguardavano però tutti la finta vendita online di prodotti di vario genere. L’indagine è scaturita dalla denuncia di una decina di persone della zona incappati nei truffatori dopo aver pagato anticipatamente materiale informatico, telefoni cellulari e, in un caso, addirittura un caravan, senza però mai riceverli.

I cinque denunciati avevano incassato somme per un totale di 3500 euro. Secondo i carabinieri, per prendere tempo i truffatori tendevano a rispondere alle prime lamentele degli acquirenti asserendo di aver effettivamente spedito la merce e incolpando il sistema postale del ritardo della consegna.

Le cinque persone identificate e denunciate operavano da varie parti d’Italia, Marche, Veneto, Calabria, Toscana e in un caso anche in provincia di Teramo. I falsi annunci di vendita erano stati inseriti su un noto sito di vendite online e il pagamento avveniva mediante una ricarica su carte postepay.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    VIDEO I Rischia di annegare nel sottopasso allagato, ma la salvano appena in tempo

  • Cronaca

    Il maltempo continua a far danni: bloccati in casa per l'esondazione del fiume Alento

  • Cronaca

    Torna il maltempo e a Farmacia crolla il controsoffitto per l'ennesima volta

  • Cronaca

    Chieti Scalo, il cortile della scuola impraticabile dopo l'acquazzone

I più letti della settimana

  • Guardiagrele e le sue bontà alla Prova del cuoco su Raiuno

  • Salta l'evento di Natale: bagarre in Comune tra l'assessore e "l'associazione vicina all'Udc"

  • Il Natale lo organizza Di Primio: "Eventi e una festa anche a Capodanno"

  • Picchia più volte il fratello e gli provoca il distacco della retina: teatino allontanato da casa

  • Via ai lavori per le strisce blu a Megalò: entro fine mese 859 posti a pagamento

  • Soppressione bus, Manoppello non ci sta: "Decisione danneggia tutti i cittadini che quotidianamente raggiungono Chieti"

Torna su
ChietiToday è in caricamento