"Pishing", denunciati in due: avevano spillato 650 euro dalla postepay di un uomo di Bomba

I due giovani erano riusciti a prelevare la somma dalla carta prepagata della vittima reinvestendo poi il denaro in scommesse online attraverso conti correnti di gioco a loro intestati

Identificati e denunciati a Bomba, gli autori di una truffa via internet, il ‘pishing’, avvenuta ai danni di un 36enne del posto.

Come accertato dai carabinieri i due truffatori, un 25enne di Torino e una 26enne romena, erano riusciti a prelevare la somma di 650 euro dalla carta prepagata postepay della vittima reinvestendo poi il denaro in scommesse online attraverso conti correnti di gioco a loro intestati.

L’indagine è scaturita dalla denuncia della vittima accortasi dell’ammanco di denaro dalla sua carta di credito prepagata.

Il pishing è un tipo di truffa attraverso la quale un aggressore cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili: per fare questo vengono inviati  in modo casuale messaggi di posta elettronica che imitano, nella forma e nel colore, la grafica di siti bancari o postali, al fine di ottenere dalle vittime la password di accesso al conto corrente, le password che autorizzano i pagamenti oppure il numero della carta di credito.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      La ricetta contro i vandali: alla Civitella si entrerà soltanto con il pass

    • Cronaca

      Transumanza on the road dall'Abruzzo alla Puglia: scoperti altri ladri di auto

    • Politica

      Febbo e Rapino si scontrano sugli assessori regionali indagati

    • Cronaca

      Venerdì la cerimonia di intitolazione di largo Martiri delle Foibe

    I più letti della settimana

    • Elicotteri sorvolano il cielo di Chieti: è una maxi operazione antimafia, 19 arresti

    • In ospedale dopo l'influenza, Daniela muore a 41 anni

    • Arresti per 'ndrangheta: stanata la prima organizzazione di stampo mafioso nata nella provincia teatina

    • Il pullman si incastra all'incrocio, traffico in tilt al centro di Chieti

    • Quindicenne picchiato prima di andare a scuola: entra in classe col naso rotto

    • La famiglia D'Orazio riapre il ristorante Bellavista

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento