Droga, traffico di cocaina tra le Marche e Ortona: cinque ai domiciliari

Ai domiciliari anche un imprenditore e un suo collaboratore: si rifornivano di droga per rivenderla a Ortona e Francavilla. Due persone hanno l'obbligo di dimora, nei mesi scorsi cinque arrestati in flagranza

Traffico di cocaina bloccato in provincia: cinque persone sono finite stamani agli arresti domiciliari perché accusate di rifornire di droga le piazze di Ortona e Francavilla al Mare. Tra i fermati ci sono un imprenditore di Ortona e un suo collaboratore, che avevano messo su un sistema ben studiato: di solito si rifornivano nelle Marche, da un cittadino albanese. Ma quando la richiesta nella cittadina abruzzese era più forte si rivolgevano alle famiglie rom dei quartieri di San Donato e Rancitelli, a Pescara.

Il magistrato ha emesso anche due obblighi di dimora a carico di altri due persone indagate. Gli arresti sono scattati dopo una lunga indagine condotta dalla squadra mobile di Chieti in collaborazione con le questure di Ascoli Piceno, Ancona e Pescara. Nell’ambito della stessa inchiesta nei mesi scorsi cinque persone erano state arrestate in flagranza mentre spacciavano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chieti, Tentano furto ad azienda di carni: messi in fuga dal proprietario

  • Aeroporto d'Abruzzo, pista più lunga: lo scalo si prepara a diventare intercontinentale

  • Esce a fare una passeggiata e scompare: anziana trovata 12 ore dopo a Tollo

  • Documenti falsi per prendere la disoccupazione: denunciati in dieci

  • Crollo alle "Industriali": famiglie preoccupate, gli studenti non entrano a scuola

  • Arrivano le isole ecologiche per la differenziata: i rifiuti si gettano con il codice fiscale

Torna su
ChietiToday è in caricamento