Tradizioni abruzzesi: le "bottiglie" di pomodoro, ecco come si prepara la salsa per l'inverno

E' uno dei riti tramandati dalla tradizione contadina che riunisce famiglie numerose e allargate, vicini di casa e conoscenti, in un momento di lavoro, ma anche di convivialità. Si fanno in agosto, ma anche nei primi giorni di settembre

In Abruzzo è uno dei riti tramandati dalla tradizione contadina che riunisce famiglie numerose e allargate, vicini di casa e conoscenti, in un momento di lavoro, ma anche di convivialità. Si tratta dalla preparazione delle conserve di pomodoro, la salsa pronta per diventare poi, durante l’inverno, sugo da gustare ogni giorno o da preparare secondo le ricette più elaborate della tradizione. I più fedeli alla regola preparano “le bottiglie” nel mese di agosto, ma c’è anche chi si attarda e sfora nei primi giorni di settembre. 

Ma in cosa consiste la preparazione delle “bottiglie” che riunisce famiglie intere, specialmente nei giorni liberi dal lavoro? In Abruzzo si predilige l’uso dei pomodori San Marzano locali, che prima vengono lavati in grossi catini, poi puliti dalle parti rovinate. Dopodiché vengono fatti bollire per pochi minuti in una grossa pentola, la “callara”, poi scolati, bucati per far uscire l’acqua in eccesso e fatti asciugare per una decina di minuti.

Solo a questo punto si può procedere a passare i pomodori, ottenendo una salsa densa a cui si aggiunge il sale e, a seconda dei gusti, il basilico lavato in precedenza. La passata viene poi imbottigliata e le bottiglie o i barattoli tappati con energia. Ma per sigillare davvero i contenitori, si fanno bollire per una mezz’oretta, lasciando riposare il vetro nell’acqua, fino a che questa non diventa fredda. 

Descritta così, la preparazione della salsa sembra un’operazione rapida e semplice. In realtà si tratta di una procedura lenta e complessa, in cui vengono coinvolti tutti i membri della famiglia - e non solo - ereditata dalla tradizione più fedele. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Coronavirus: in 406 hanno segnalato il rientro in Abruzzo

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

Torna su
ChietiToday è in caricamento