Teatino evade dai domiciliari e si costituisce a Venezia: "Mia mamma è andata in Messico, meglio in carcere che solo"

Un 37enne è stato arrestato per evasione, dopo essersi rivolto alla questura con una versione che sembrava quasi uno scherzo

Si è presentato alla polizia di Venezia, spiegando di essersi allontanato dalla propria abitazione di Chieti, in cui doveva restare agli arresti domiciliari, perché la mamma era partita per il Messico e nessuno poteva occuparsi di lui. Una situazione esilarante e insolita per gli agenti del Corpo di guardia della questura a Santa Croce. 

L'uomo, 37 anni, di Chieti, ieri mattina (lunedì 22 maggio) ha raccontato di preferire il carcere. Così, dopo un controllo, gli agenti hanno verificato che quanto raccontato corrispondeva al vero. Così, il teatino è stato arrestato per evasione. Oggi l'arresto è stato convalidato dal giudice e l'uomo è stato portato nel carcere di Venezia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba un giaccone in saldo, rimuove la placca antitaccheggio e lo indossa: bloccato al centro commerciale

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • La simpatia di Alessandra da Chieti conquista la puntata di Avanti un altro

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Preselezione per infermieri: pubblicata la graduatoria dei mille che accedono alla prova scritta

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

Torna su
ChietiToday è in caricamento