Guerra dei taxi, il sindaco Di Primio scrive nuovamente a D'Alfonso

L'ultima lettera lo scorso 11 dicembre, dopo una riunione disertata dagli altri sindaci

L'ultimo capitolo dell'infinita "guerra dei taxi" all'aeroporto d'Abruzzo era stato un incontro, convocato dal sindaco Umberto Di Primio l'11 dicembre scorso, risultato infruttuoso per l'assenza degli altri primi cittadini d'Abruzzo. Dopo quel vertice fallito, il sindaco di Chieti aveva scritto alla Regione, per chiedere di intervenire rapidamente con il regolamento sulla definizione degli stalli per evitare ulteriori problemi fra i tassisti di Chieti e Pescara. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A gennaio, poi, c'era stata un'altra riunione in Regione, a cui aveva partecipato l'assessore Carla Di Biase. Ma da allora, nulla è cambiato. Così oggi (lunedì 4 aprile), Di Primio ha nuovamente indirizzato al presidente Luciano D'Alfonso una richiesta per un incontro "per dare soluzone alla questione taxi". "Non ti nascondo - scrive il sindaco al governatore - che provo imbarazzo per una situazione che, non esagero, ha del surreale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Coronavirus: tre nuovi casi positivi, due in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento