Tassista abusivo di Chieti fermato a Pescara: "accompagnava" gli universitari

L'uomo a bordo di una Chevrolet trasportava delle studentesse universitarie dal campus universitario di Chieti

Effettuava il servizio taxi ma non aveva alcuna licenza. Sabato scorso, intorno alle 22, un trentenne teatino è stato fermato nella zona del mercato ittico di Pescara dalla Sezione ATPI (Baschi Verdi),  guidati maggiore Marco Toppetti, che hanno bloccato un’auto Chevrolet per eseguire un normale controllo su strada. A bordo c'era il trentenne alla guida e due ragazze passeggere.

I militari si sono subito insospettiti per il fatto che i tre soggetti sul mezzo erano tra loro sconosciuti: le ragazze, infatti, studentesse universitarie, provenivano dal campus teatino per trascorrere una serata a Pescara.  Successivamente nell’abitacolo del mezzo sono state rinvenute delle locandine che pubblicizzavano un servizio navetta, fungendo anche da listino prezzi per la somministrazione di bevande.

Dalla comparazione effettuata tra le locandine rinvenute e alcuni profili cercati sui social network è emerso che il conducente esercitava un‘attività di servizi senza licenza e quindi completamente abusiva. Al 'tassista abusivo', residente a Chieti, è stata sospesa la patente , mentre il veicolo è stato sequestrato per la successiva confisca.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • Fuma una "canna" con gli amici alla villa, ma ha 12 dosi di marijuana nel marsupio: denunciato

  • Piante di marijuana alte due metri lungo il fiume Pescara: arrestati padre e figlio

  • Entra in casa della fidanzata dal balcone e la morde: 30enne arrestato a Chieti Scalo

  • Ciclista originario della provincia di Chieti muore a Roma dopo essere stato investito

Torna su
ChietiToday è in caricamento