Eroina nel pacchetto di sigarette: arrestato operaio a Bomba

L'uomo è stato fermato sulla statale SS 652. Dall'inizio dell'anno sono quattro gli arresti per droga effettuati dai carabinieri di Bomba

Un operaio di 35 anni è stato arrestato ieri sera dai carabinieri a Bomba con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato fermato da una pattuglia dell’Arma durante un posto di controllo alla circolazione stradale sulla statale SS 652 a bordo della sua Fiat Punto, sulla quale viaggiava accanto a un’altra persona di nazionalità straniera.

Dai controlli più accurati, i militari hanno rinvenuto nel pacchetto di sigarette in suo possesso, due piccoli involucri contenenti 5 grammi di eroina e 2 grammi di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso altresì di rinvenire 9 grammi di hashish e 4 flaconi di metadone. Le dosi erano nascoste in un mobile del soggiorno.

L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

Con l’episodio di ieri sera salgono a quattro gli arresti per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti messi a segno, dall’inizio del 2013, dai carabinieri della stazione di Bomba.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Inaugurato il centro prelievi al vecchio ospedale, ora l'obiettivo è trasferire tutte le attività ambulatoriali sul colle

    • Cronaca

      Solo ieri l'arresto, nella notte nuovo furto al liceo Scientifico

    • Video

      Video | Benvenuti in via Piaggio: la strada colabrodo

    • Cronaca

      Fra pochi giorni saranno coperti i fasci del teatro Fenaroli: furono posizionati nel 1998

    I più letti della settimana

    • Perano, investito mentre attraversa la strada: muore a 53 anni

    • Incidente stradale ad Ancona: muore finanziere della provincia di Chieti

    • Si schianta contro un'automobile, centauro in gravi condizioni

    • Perde il controllo del trattore e muore schiacciato mentre torna a casa

    • Si è spento Vittorio Storto: fondò il bar Impero sul corso

    • Teatino evade dai domiciliari e si costituisce a Venezia: "Mia mamma è andata in Messico, meglio in carcere che solo"

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento