Sottoscritto il Comitato Territoriale per il Welfare per la Gente di mare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

È stato sottoscritto nella sede della Capitaneria di porto di Ortona, l’Atto costitutivo del Comitato Territoriale per il Welfare della Gente di Mare di Ortona, fondamentale strumento discendente dalle previsioni della Maritime Labour Convention (MLC 2006), ratificata con legge 23 settembre 2013, n. 113, che si propone la tutela ed il supporto dei marittimi stranieri che scalano i porti nazionali.

Il Comitato, che vede tra i soci promotori, oltre la Capitaneria di porto, il Comune di Ortona, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale di Ancona, la FIT-CISL ITF, il Gruppo Ormeggiatori dei porti di Pescara e Ortona, le agenzie marittime “Fiore” e “Fratino G. e Figli” e l’impresa portuale “F.lli Nervegna”, costituisce una diramazione territoriale del Comitato Nazionale Welfare per la Gente di mare, istituito in seno al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto in Roma, che recentemente ha inteso dare a questo importante strumento un rinnovato impulso per la piena attuazione delle norme.

Numerosi sono stati, altresì, gli Enti operanti nel porto, che, ancorché non ancora sottoscrittori dell’Atto, hanno assicurato il loro supporto in vista di una prossima adesione.

Torna su
ChietiToday è in caricamento