Smarriscono il sentiero e uno di loro perde una scarpa: in quattro salvati sulla Majella

Prima con il fuoristrada, poi, a causa di una slavina, proseguendo a piedi sono riusciti a raggiungere gli escursionisti grazie alle coordinate ricevute via Whatsapp

Erano partiti per una ciaspolata e si stavano dirigendo verso un rifugio ma, arrivati a 1500 metri di quota, stanchi e in difficoltà, hanno deciso di tornare indietro. Non sono però riusciti a rintracciare il sentiero e, sul monte Ugni, nel territorio del Comune di Palombaro, si sono imbattuti in un canale innevato ripido e con frequenti salti di roccia dove uno di loro ha perso una scarpa.

A quel punto hanno lanciato l'allarme. Protagonisti della disavvenutra avvenuta ieri sera quattro persone. Le squadre del Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico le hanno tratte in salvo assieme ai carabinieri forestali. Prima con il fuoristrada, poi, a causa di una slavina, proseguendo a piedi sono riusciti a raggiungere il luogo esatto in cui gli escursionisti si trovavano grazie alle coordinate ricevute via Whatsapp.

I quattro sono stati trovati in buone condizioni di salute sul massiccio, dove nel frattempo avevano acceso un fuoco per scaldarsi. I soccorritori li hanno accompagnati fino a Valle Palombaro dove avevano parcheggiato le auto.

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Francavilla al Mare

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

  • 4 trucchetti utili per eliminare la sabbia in casa

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • Incidente di un'acrobata durante il Macondo festival, pubblico con il fiato sospeso

Torna su
ChietiToday è in caricamento