Smarriscono il sentiero e uno di loro perde una scarpa: in quattro salvati sulla Majella

Prima con il fuoristrada, poi, a causa di una slavina, proseguendo a piedi sono riusciti a raggiungere gli escursionisti grazie alle coordinate ricevute via Whatsapp

Erano partiti per una ciaspolata e si stavano dirigendo verso un rifugio ma, arrivati a 1500 metri di quota, stanchi e in difficoltà, hanno deciso di tornare indietro. Non sono però riusciti a rintracciare il sentiero e, sul monte Ugni, nel territorio del Comune di Palombaro, si sono imbattuti in un canale innevato ripido e con frequenti salti di roccia dove uno di loro ha perso una scarpa.

A quel punto hanno lanciato l'allarme. Protagonisti della disavvenutra avvenuta ieri sera quattro persone. Le squadre del Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico le hanno tratte in salvo assieme ai carabinieri forestali. Prima con il fuoristrada, poi, a causa di una slavina, proseguendo a piedi sono riusciti a raggiungere il luogo esatto in cui gli escursionisti si trovavano grazie alle coordinate ricevute via Whatsapp.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro sono stati trovati in buone condizioni di salute sul massiccio, dove nel frattempo avevano acceso un fuoco per scaldarsi. I soccorritori li hanno accompagnati fino a Valle Palombaro dove avevano parcheggiato le auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Nuovo caso positivo al Covid 19: è un paziente in ospedale a Chieti, domiciliato a San Salvo

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

Torna su
ChietiToday è in caricamento