Abusa dei permessi della legge 104: la Sevel lo licenzia

L'operaio, un 53enne della provincia di Chieti, avrebbe utilizzato il permesso per motivi diversi dall'assistenza a un familiare con handicap o con ridotta autonomia personale, come previsto dalla legge 104

un operaio è stato licenziato per uso improprio della legge 104

Un operaio della Sevel di Atessa è stato licenziato per aver usufruito in maniera impropria dei permessi per assistenza ai familiari con handicap o ridotta autonomia personale sulla base della legge 104.

Stessa sorte è prevista per un suo collega, che ha ricevuto una lettera di contestazione per gli stessi motivi.

Trovano riscontro allora, le preoccupazioni diffuse qualche giorno fa dalla Fiom-Cgil e dalla Rsa, che torna a chiedere all'Azienda del gruppo Fiat un incontro sindacale per chiarire il comportamento aziendale, "reso possibile - dicono - dallo smantellamento del quadro dei diritti e delle regole”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Prima le pugnalate allo scalo, poi lo schianto sul colle: polizia vicina alla svolta

    • Cronaca

      Civitella: dal primo marzo scattano gli accessi controllati al parco archeologico

    • Cronaca

      Stanati dalla videosorveglianza i rapinatori di Arte Orafa finiscono in manette

    • Economia

      La Conad di Lanciano licenzia 24 lavoratori: "Hanno deciso i sindacati"

    I più letti della settimana

    • Giovane accoltellato davanti a un locale di Chieti Scalo, caccia agli aggressori

    • Tragedia sfiorata in autostrada: viaggia contromano per 30 chilometri, patente ritirata

    • Chieti piange Alfredo Sigismondi, tutta la città si stringe attorno ai suoi familiari

    • Botto nella notte: un'auto sfonda la ringhiera e finisce nel giardino condominiale

    • Prima le pugnalate allo scalo, poi lo schianto sul colle: polizia vicina alla svolta

    • Il parroco sarà processato per aver venduto l'oro degli ex voto

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento