La scuola primaria di Rapino vince il concorso nazionale sul mangiare sano

I disegni degli alunni Leonardo Di Fazio e Bianca Micucci sono stati pubblicati su un calendario che sarà diffuso nelle scuole di tutta Italia

Uno dei disegni premiati (Foto Ansa)

La scuola primaria di Rapino dell'Istituto Comprensivo di Fara Filiorum Petri (Chieti) è tra i vincitori del concorso nazionale relativo al progetto 'Mangia bene, Cresci bene' - al quale hanno preso parte 379 scuole e 40mila studenti - con gli elaborati grafici degli alunni Leonardo Di Fazio e Bianca Micucci.

I disegni sono stati inseriti in un calendario - a diffusione nazionale - distribuito alle scuole e che li vede protagonisti nei mesi di Febbraio e Marzo oltre ad essere promossi sul sito www.moige.it e sulle pagine social di Guna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I ragazzi - spiega una delle insegnanti che ha seguito il progetto - hanno rappresentato rispettivamente una gara tra cibi genuini e cibi spazzatura e la realizzazione di un dolce fatto con i consigli della nonna. Tutti gli alunni hanno accolto positivamente l'iniziativa ed hanno messo grande enfasi in questa gara ottenendo un risultato inaspettato che ci inorgoglisce".
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento