Un caso di Coronavirus nello stabilimento committente, sciopero alla Isringhausen di Atessa

I sindacati chiedono che l'azienda attivi la Cassa integrazione per preservare i lavoratori che potrebbero essere stati a contatto con quelli del reparto già in quarantena

Adesione pressoché totale allo sciopero indetto alla Isringhausen di Atessa, dove i lavoratori chiedono che venga garantita la loro sicurezza. La protesta, indetta dalle Rsu e dai rappresentanti per la sicurezza di Fim e Fiom, nasce dal fatto che è stato riscontrato un caso di Covid 19 in uno stabilimento di San Salvo committente della Isringhausen. 

A seguito di questo lavoratore risultato positivo, un intero reparto è stato posto in quarantena. Ma, mettono in allerta i sindacati "alcuni lavoratori quotidianamente hanno svolto l’attività anche nel nostro stabilimento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo, chiedono un intervento alla Asl, al comando provinciale dei carabinieri, al prefetto Giacomo Barbato e al presidente della Regione Marsilio: "Non avendo conoscenza di quanti potrebbero essere stati esposti al contagio - spiegano i sindacati - chiedono un vostro intervento, tenendo presente che, nonostante sia stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che prevede in questi casi l’uso della Cassa Integrazione con Causale 'emergenza Covid 19', la nostra azienda non sta procedendo all’attivazione di tale strumento, costringendoci a scioperare per la sicurezza dei lavoratori ed evitare il propagarsi del virus".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento