San Vito, trovate ossa umane: sarebbero di un uomo scomparso nel 2008

Apparterrebbero a Martin Dobeli, il cittadino svizzero scomparso il 2 ottobre 2008 dalla cittadina. Sono stati alcuni oggetti ritrovati vicino ai resti a far risalire alla sua identità

Martin Dobeli

Le ossa umane che questa mattina i carabinieri hanno trovato sotto il viadotto dell’autostrada A14 a San Vito Chietino potrebbero appartenere a Martin Dobeli, lo svizzero scomparso nell'ottobre 2008 da Fossa Sant’Angelo, località della cittadina.

L'uomo, 77 anni al momento della scomparsa, aveva fatto perdere le sue tracce dopo aver lasciato l’auto in un parcheggio di San Vito. Ad avvallare l'ipotesi che i resti emersi appartengano proprio a lui è stato il ritrovamento di alcuni oggetti personali vicino alle ossa, oggetti che farebbero risalire all’identità dell’uomo.

Della scomparsa di Martin Dobeli si era occupata anche la trasmissione Rai "Chi l'ha visto?" (foto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

Torna su
ChietiToday è in caricamento