homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Posta non consegnata: ricorso del Codacons

L'associazione dei consumatori prepara una class action e invita i cittadini a raccontare i disservizi. Finora colpiti Francavilla, Guardiagrele, Ortona, Lanciano, Vasto

Contro i ritardi di Poste italiane, il Codacons lancia un appello: chiunque non riceva la corrispondenza può rivolgersi allo sportello provinciale di Francavilla al Mare.

Da tempo molti comuni della Provincia subiscono disservizi nella consegna della posta: Francavilla, Ortona, Lanciano, Guardiagrele, Vasto. Non è immune nemmeno lo stesso Codacons, che da oltre un mese non riceve la corrispondenza.

Così, dopo la lettera dell’estate scorsa del sindaco di Taranta Peligna, che chiedeva spiegazioni a Poste Italiane sulle chiusure delle filiali senza il dovuto preavviso, l’associazione dei consumatori prepara una class action. Una denuncia collettiva contro l’interruzione di pubblico servizio e la violazione dell’obbligo contrattuale di recapitare la posta in tempi ragionevoli, come prevede la Carta dei Servizi.

“In molti – spiega Vittorio Ruggieri, vice coordinatore regionale del Codacons - lamentano da tempo di non ricevere la posta. A qualcuno addirittura sono state sospese le utenze, a causa di bollette non pagate perché mai ricevute. Le Poste dicono di non avere abbastanza personale – continua – ma se non sono in grado di gestire il servizio, allora si dovrebbe cominciare a pensare a una liberalizzazione nel settore”. Quando avrà raccolto un numero significativo di testimonianze, il Codacons presenterà un ricorso. Se verrà accolto, sarà fissata la data dell’udienza: entro quel termine gli utenti danneggiati potranno aderire all’iniziativa dell’associazione.

Lo sportello provinciale del Codacons è a Francavilla al Mare, in viale Nettuno 72 ed è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Il numero per contattare l’associazione è 085-4547098.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Radioterapia pediatrica, collaborazione del reparto teatino con l'Istituto tumori di Milano

    • Cronaca

      Francavilla, pistola e cocaina in casa: arrestato 46enne

    • Cronaca

      Modifica orari cimitero, Feniof: "Ma quale razionalizzazione: diritto negato ai parenti dei defunti"

    • Cronaca

      Pellegrini torna a dipingere grazie a “La Voce dei Marrucini”

    I più letti della settimana

    • Schianto sull'asse attrezzato, muore ex consigliere comunale

    • Francavilla: la Lira manda in tilt i parchimetri

    • Francavilla: una bolognese vince miss Trans, con il sindaco in giuria

    • Morte Dionisio, due indagati per omicidio stradale

    • Friggono erba velenosa, anziani in ospedale

    • Di Paolo (Giustizia Sociale): "Tavolo di crisi per la Chieti calcio"

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento