Ristoratore in coma: arrestato il pugile che lo aveva aggredito

Indagine lampo dei carabinieri della stazione di Francavilla. S.M., 43 anni, è ai domiciliari

I carabinieri della stazione di Francavilla hanno tratto in arresto S.M., 43enne consulente finanziario di Ortona per l'aggressione ai danni di Antonio Cicalini, ristoratore di Francavilla al mare, avvenuta lo scorso 25 ottobre.

Al culmine di una banale lite tra automobilisti la vittima era finita in Rianimazione con gravissime lesioni al volto dopo uno o due pugni.

Stamattina S. M. è stato arrestato su disposizione del pm Giancarlo Ciani che, dopo una tempestiva attività investigativa dei carabinieri e grazie anche alle testimonianze delle persone che si trovavano sul posto, in quindici giorni hanno ottenuto dal gip del tribunale di Chieti, De Ninis, la misura cautelare per l’aggressore, riconoscendone la pericolosità e la possibilità di reiterazione di reati contro la persona. L’accusa è quella di lesioni gravissime.

La vittima è ancora ricoverata in condizioni gravi nel reparto di “Terapia Intensiva” dell’ospedale di Popoli (Pe) per le ferite alla testa. Quando questa mattina i militari gli hanno notificato l’ordinanza, l’aggressore ha mantenuto la versione iniziale, cioè che avrebbe sferrato un solo pugno al ristoratore e che le lesioni sarebbero state l’effetto della caduta. Ora è ristretto presso la sua abitazione ed attenderà l’inizio del processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sant'Anna piange Pierluigi Orsini, oggi i funerali

  • Ferito da un colpo di fucile durante una battuta di caccia al cinghiale: è grave

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • Luisa, colpita ripetutamente e uccisa mentre scappava dal marito

  • Lanciano in lutto per la scomparsa del dottor Brasile, morto durante l'escursione sulla Majella

  • Era originario di Lanciano uno dei due escursionisti morti sulla Majella

Torna su
ChietiToday è in caricamento