venerdì, 31 ottobre 20℃

Centro storico: sei iniziative per rilanciare il piccolo commercio

Parcheggi pomeridiani gratuiti il sabato pomeriggio, un cartellone di eventi estivi, la mappatura dei locali vuoti in città in modo da riempirli. Confartigianato illustra le ricette anticrisi

Redazione 1 giugno 2012
6

Parcheggi pomeridiani gratuiti il sabato pomeriggio in centro storico, un cartellone degli eventi estivi che si andranno ad organizzare durante l’imminente bella stagione, la mappatura dei locali vuoti in città in modo da riempirli.

Confartigianato incontra gli esercenti del centro storico e stila un vademecum con sei proposte che verranno girate al sindaco Umberto Di Primio per restituire slancio al commercio della parte alta della città alle prese, da tempo, con una crisi dei consumi evidente che non accenna a placarsi.

“La verità -spiega Claudio Di Marzio, presidente cittadino di Confartigianato- è che il centro storico va progressivamente svuotandosi di ruoli. Gli uffici sono stati delocalizzati, altre strutture come la Banca d’Italia si sono trasferite altrove e l’università, purtroppo, resta troppo distante dalla realtà urbana del colle ma anche dello scalo”.

 Un quadro preoccupante che sta penalizzando oltremodo le tante eccellenze commerciali espresse dal centro storico. Per questo Confartigianato, a margine di una partecipata riunione con i commercianti del centro cittadino, ha raccolto leproposte utili per voltare pagina in fretta.

Oltre a quelle già elencate, si chiede di calmierare i prezzi degli affitti delle superfici destinate alle attività commerciali, di creare un luogo per esporre in città i prodotti artigianali teatini e di dar seguito al progetto “No-Tax Area” che prevedeva la detassazione da Tarsu e Tosap per chi apriva un’attività tra via De Lollis e piazza Malta. “Il progetto, purtroppo, è rimasto chiuso nel cassetto dopo la sua presentazione. E’ fondamentale riportarlo in auge estendendolo, magari, ad altre zone della città- dice Di Marzio- che si prestano ad ospitare locai e negozi”.

Annuncio promozionale

 

Claudio Di Marzio

6 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di chprovinciainutile

    chprovinciainutile potete fare quello che volete tanto rimane una città di *****

    il 10 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di Saro

    Saro ...Infatti il controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine ,là da te è capillare...Sai cos'è successo ad un mio parente nel foggiano qualche tempo fà? Era andato a denunciare alla stazione dei carabinieri di un paese di qui non faccio il nome,il tentativo di intimidazione da parte di delinquenti locali...Sai cosa s'è sentito rispondere dal brigadiere in caserma? "Amico mio,fai finta di niente,tanto a quelli non possiamo fare niente!...Sai a chi sono imparentati??"....Ho detto tutto!

    il 4 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di Saro

    Saro E' già!...Piero pelù viene da Oslo! Infatti è risaputo che nella sua splendida città;(Bari),di delinquenza non se ne vede neanche l'ombra...! Chissà se questo nostro amico se ne accorto che da una decina d'anni è possibile informarsi ed avere notizie da "tutte" le zone del pianeta in tempo reale! Sensa andarci,perchè ve lo sconsiglierei,provate solo a navigare sui siti della stampa pugliese,per rendervi conto del grado di civiltà che contraddistingue il tavoliere! Un posto dove la delinquenza è legge! Ora io mi devo sentire redarguire,e dovrei avere,anche i sensi di colpa....! Ciccio!!....Io non ti dico di fare le valigie e di andare! Non te lo dico perchè lo sò che in cuor tuo consideri questa terra di pastori "molto" meglio del tuo mondo arcaico e pesantemente brutale...Ma proprio per questo,ti consiglierei di riflettere! In tutti i posti del mondo ci sono gli imbecilli e i prepotenti,anche a Chieti,anche in Abruzzo,ci mancherebbe altro.L'unica cosa da valutare è la proporzione sulla popolazione. E' da quanto mi risulta,dalle parti nostre,è alquanto bassa....

    il 3 giugno del 2012
    • Avatar di Piero Pelù

      Piero Pelù Il mio non voleva essere un discorso nazionalista,nè volevo fare di tutta l'erba un fascio. Era solo una critica contro i CC di Chieti che,in un caso specifico,hanno agito malissimo. Dopo una rissa provocata dai soliti tipi di Chieti Scalo sono arrrivati i CC e,nonostante i colpevoli fossero a pochi metri,non hanno avuto il coraggio di andare a prenderli. RIDICOLO! Ridicolo il fatto che poi,dopo pochi giorni gli stessi tipi si siano ripresentati nello stesso posto e hanno rifatto un casino,arrivando ad aprire la testa a suon di spranghe. A Bari queste cose succedono ogni giorno,è vero...ma chi stà dicendo il contrario?? Te per difendere Chieti hai attaccato il mio paese(Bari) del quale,sinceramente,me ne sbatte il c****. In ogni paese c'è la "feccia" ...ma non in tutti i paesi questi individui hanno la piena facoltà di fare ciò che vogliono,mentre a Chieti sembrerebbe proprio di si. A meno che tu non sia uno di loro,non puoi negare l'evidenza...

      il 4 giugno del 2012
  • Avatar di Piero Pelù

    Piero Pelù Perchè non organizzare meglio una ronda contro i giovani violenti di Chieti?? Il vero problema di Chieti è uno solo:la gente di m****,se questi non ci fossero(o meglio,non fossero così violenti) sarebbe tutto migliore. Non sono razzista,non sono intollerante,non sono violento,non sono di Pescara. Sono uno studente Barese che è venuto a Chieti per studiare e che si è ritrovato pestato a sangue da gente di 16-17 anni di Chieti Scalo,solo per aver rifiutato una sigaretta a uno di loro. E la cosa scandalosa è che nessuno fa niente...com'è possibile???? Caro comandante dei CC,conosco gente che non esce di casa per paura di incontrare questi famosi bulletti di Chieti..è felice di tutto ciò??

    il 2 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di big dog

    big dog Chiacchiere al vento,nonostante le buone intenzioni! Cummann megalò!! Forza Pescara!(fiume)....Facci sognare!!

    l' 1 giugno del 2012