Scatole di cibo, bottiglie e lattine gettati nel bosco: denunciati titolari di una rosticceria

Uno dei responsabili è stato filmato da una telecamera nascosta mentre buttava rifiuti nel bosco "Agrifoglio" di San Buono

Il personale della Stazione Carabinieri Forestale di Gissi, a seguito di accurate indagini, ha identificato i responsabili dell’abbandono di rifiuti all’interno del bosco di San Buono denominato “Agrifoglio”. I rifiuti urbani e speciali non pericolosi provenivano da una rosticceria: imballaggi in cartone di birra e vino, bottiglie di bevande e bicchieri usati in plastica, scatolame alimentare, lattine, nonché numerose stampe pubblicitarie e documentazione cartacea. Il tutto a deturpare un’area boschiva che, per sua stessa natura, è emblema di tutela e conservazione. 

Uno dei responsabili è stato incastrato dalle immagini di una telecamera posizionata dai militari, che lo ha ripreso mentre scaraventava nella sottostante scarpata boschiva della Provinciale 212 bustoni neri e cartoni pieni di rifiuti. Comportamento questo abituale, a giudicare dal quantitativo e dalla tipologia dei rifiuti presenti nell’area. Il sito è stato sottoposto a sequestro preventivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Deferiti alla competente autorità giudiziaria, in concorso tra loro, la titolare dell’esercizio commerciale e il coniuge: oltre a rispondere, ciascuno per le proprie responsabilità, del reato di abbandono di rifiuti prodotti da impresa sul suolo e della violazione penalmente rilevante in materia paesaggistico-ambientale, gli stessi dovranno provvedere all’avvio a recupero o smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento