La Biblioteca "De Meis" torna in centro: approvata la ricostruzione

I lavori partiranno a primavera, la Giunta provinciale ha approvato il progetto preliminare per la ricostruzione della struttura, crollata a giugno 2005

La Biblioteca De Meis inagibile

Sei anni fa crollò un’ala della Biblioteca provinciale “A.C. De Meis”. In una notte, è il caso di aggiungere per fortuna, tra il 2 e il 3 giugno 2005 la città perse un patrimonio grandissimo. Da allora tante chiacchiere e zero interventi nel complesso di piazza dei Templi Romani, rimasto abbandonato, mentre la sede veniva trasferita nel più periferico Teathe Center.

Adesso però è ufficiale: la biblioteca tornerà nel centro storico di Chieti. Lo ha annunciato in una conferenza stampa il presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio assieme agli assessori all'edilizia, e alla pubblica istruzione Donatello Di Prinzio e Mauro Petrucci, illustrando il progetto preliminare redatto a costo zero dai tecnici del settore Edilizia del’Ente e approvato lo scorso 14 ottobre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'investimento previsto da parte della Provincia è di 5,8 milioni. Si partirà a primavera 2012 con un primo lotto di lavori per un importo di 1,1 milioni così finanziato: un mutuo di 670.000 euro che residua dallo stanziamento dell'originaria opera di riqualificazione e ampliamento appaltato dall'amministrazione Febbo; 300.000 euro stanziati dal ministero dell'Economia e un cofinanziamento Regione Abruzzo - Cipe di 180.000 euro.

COME CAMBIERA' LA BIBLIOTECA Il primo lotto consentirà di realizzare la messa in sicurezza della galleria romana con pali, micropali e muro di cemento armato, dell’intera struttura di fondazione, di un piano interrato e del piano terra. La fase successiva prevederà la realizzazione di un unico edificio, non più due come in origine, che al piano interrato sarà per metà deposito e per metà locale tecnico di carico e scarico merci. Al piano terra verranno realizzate una reception, l’emeroteca e una sala conferenze di 210 metri quadrati dotata di 170 posti che potrà essere utilizzata per una serie di eventi e appuntamenti culturali.
Al primo piano sono previste due sale lettura, una reception e i servizi igienici. Secondo, terzo e quarto piano saranno destinati a deposito. Naturalmente ci sarà il collegamento a Internet a disposizione degli utenti.

 “La De Meis deve essere un tassello importante per il rilancio del centro storico del capoluogo – ha commentato il Presidente Di Giuseppantonio - ma anche una struttura fruibile: da alcuni anni, bisogna dirlo, la nuova collocazione provvisoria l’ha fatta progressivamente sparire dalla scena”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento