Mamma ricercata per traffico internazionale di stupefacenti: arrestata dai carabinieri durante un controllo

La donna è stata fermata a Francavilla, dove si era trasferita dopo l'arresto del marito. Ad insospettire i militari è stato il controllo del passaporto dei figli della donna, dove era presente un recente visto della frontiera in ingresso, mentre sul suo non ve ne era traccia

Probabilmente sapeva di essere ricercata dalle forze di polizia di tutta Italia perché, quando i carabinieri della stazione di Francavilla l’hanno fermata per un normale controllo alla circolazione stradale, non ha opposto la alcuna resistenza.

È finita così la latitanza di T.E. una 33enne di origini albanesi da anni residente nel nostro Paese. La donna si era stabilita a Francavilla al mare dopo l’arresto del marito, avvenuto nel 2011, quando entrambi furono trovati a bordo di una autovettura con un chilo e mezzo tra eroina e metanfetamine a Santena, in provincia di Torino. Il marito fu immediatamente portato in carcere, mentre per lei era scattata solo la denuncia a piede libero.

Dal febbraio 2014, dopo essersi sottratta all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, il tribunale di Torino ne aveva dichiarato ufficialmente lo stato di latitanza e per questo le ricerche erano state estese a tutta Italia.

Ad insospettire i militari è stato il controllo del passaporto dei figli della donna, dove era presente un recente visto della frontiera in ingresso, mentre sul suo non ve ne era traccia. Quando la donna ha dichiarato di aver viaggiato con i figli, i carabinieri hanno deciso di approfondire il controllo ed hanno scoperto che su di lei pendeva un ordine di cattura zionale di stupefacenti in concorso con il marito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto la mamma, incredula, è stata condotta nel carcere di Madonna del Freddo a Chieti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo caso positivo al Covid 19: è un paziente in ospedale a Chieti, domiciliato a San Salvo

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • È morto l'assessore Antonio Viola

  • Lite tra condomini a Chieti finisce a colpi di forbici: denunciati in due

  • Coronavirus: tre nuovi casi positivi, due in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento