No ai botti di Capodanno: resta in vigore il regolamento comunale

Vietata la vendita e l'esplosione di petardi e fuochi pirici, ad eccezione di quelli autorizzati: si rischia una sanzione amministrativa da 150 a 3mila euro. L'obiettivo, spiega l'ideatore Di Paolo, è tutelare la sicurezza di animali e bambini

Compie due anni il regolamento comunale permanente per il divieto di utilizzo di botti e petardi su tutto il territorio di Chieti. Un’occasione per tracciare il bilancio di un documento ideato dal consigliere Marco Di Paolo (Fratelli d’Italia) nella precedente legislatura, a tutela di animali e bambini, ma anche dell’incolumità degli adulti troppo spesso vittime di botti illegali.

“Il bilancio - ha spiegato Di Paolo in conferenza stampa questa mattina (lunedì 14 dicembre) - è positivo: negli ultimi due anni non ci sono stati feriti nel periodo di festa a causa dei botti. Il rumore e gli scoppi causano danni permanenti a cani e gatti, numerosissimi nelle famiglie di Chieti, considerato che circa il 35 per cento ne tiene uno in casa. Vogliamo dare un segnale alle nuove generazioni, far capire che i botti potrebbero causare problemi a bambini e animali”. 

Al momento, però, nonostante il regolamento preveda sanzioni salate, fino a 3mila euro, non ci sono state multe: “Le segnalazioni - chiarisce la comandante della polizia municipale, Donatella Di Giovanni - dovrebbero essere più circostanziate, per individuare il momento e l’area in cui avviene”. 

Ma cosa prevede il regolamento, valido per i 365 giorni dell’anno e non solo per il periodo natalizio? Su tutto il territorio comunale, è vietato far esplodere botti e petardi, ad eccezione dei fuochi pirotecnici figurativi.

La vendita dei fuochi consentiti dalla legge è permessa solo in negozi fissi e non in bancarelle itineranti. Le violazioni vengono punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da 150 a 3mila euro. 

Già dalla prossima settimana la polizia municipale vigilerà sul rispetto del regolamento da parte dei cittadini e dei venditori.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di puffetta
    puffetta

    Esatto ogni anno la stessa storia dicono ke nn si puo sparare altrimenti si riskia la multa e poi la solita canzone. Gli animali devono avere piu tutela xk ricordatevi ke le BESTIE siamo noi esseri umani!

  • Avatar anonimo di barone nero
    barone nero

    Io non penso siate capaci di controllare e fare multe il trentuno a notte si e sempre sparato anche l anno scorso!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Individuata la sesta vittima tra le macerie dell'hotel Rigopiano

  • Video

    Video I Passato il maltempo, inizia la conta dei danni

  • Cronaca

    Il grido d'allarme dal rifugio Pomilio: "Nessuno viene a pulire la strada, aspettano un'altra Rigopiano"

  • Cronaca

    Al Sacro Cuore una fiaccolata di speranza per Dino e Marina

I più letti della settimana

  • "Domenico, Marina e Samuel sono vivi"

  • Crolla il cortile in via Trieste del Grosso: residenti evacuati

  • Individuata la sesta vittima tra le macerie dell'hotel Rigopiano

  • "C'è troppa neve": a Chieti arriva l'Esercito

  • Abitazioni al buio e al gelo da quasi 24 ore: rientro previsto in serata

  • "Ciao zio", le prime parole di Samuel mentre si spera per i suoi genitori

Torna su
ChietiToday è in caricamento