Rapino saluta la nuova vigilessa, arriva finalmente l'ufficio di polizia municipale

Il sindaco Micucci e l’amministrazione danno il benvenuto a Marusca Di Eugenio

Un incontro di “buon arrivo in Comune”, presenti nella sala consiliare il sindaco Rocco Micucci, gli assessori e i consiglieri del Comune di Rapino, hanno salutato l'ingresso nelle file della Polizia Locale del nuovo agente Marusca Di Eugenio, selezionata mediante l’attingimento dalla graduatoria del concorso del Comune di Miglianico.

Vanta una notevole esperienza professionale, acquisita negli anni di servizio svolti in particolare presso i comuni di Tortoreto e San Giovanni Teatino. “Benvenuta nella Polizia Locale del nostro Comune” ha esordito il sindaco Micucci, sottolineando che “anche se per ora il neo agente è l’unica figura di vigile urbano effettivo, il suo ruolo è fondamentale per ridare a questo paese un Ufficio di Polizia Municipale che possa assicurare ordine e legalità, stimolando i cittadini al rispetto delle regole. Esprimo la soddisfazione dell’amministrazione per avere finalmente dotato il nostro Comune dell’Ufficio di Polizia Municipale, che vedrà affiancare il nuovo agente dai vigili ausiliari già nominati dal sindaco, con una collaborazione costante anche con l’Ufficio Tecnico e l’Ufficio Tributi. Sono certo che l’agente Marusca Di Eugenio saprà affrontare il ruolo con spirito di dedizione e di massima collaborazione, per servire al più alto livello un paese che merita tutte le nostre attenzioni per poter continuare a migliorare e a progredire, pur essendo – così ancora Micucci – in via di trasformazione e talvolta certe buone abitudini e l'educazione di un tempo non sempre sono così scontate. La disaffezione per le regole, spesso ispirata da chi predilige un clima di contrapposizione per interessi di parte, è tangibile. Tant’è che nell’ultimo periodo si sono registrati a Rapino diversi atti vandalici. Anche per questo – ha concluso il sindaco – il suo compito e di tutti i collaboratori non sarà solo quello “classico” di dare le multe ove necessarie ma, più ampiamente, quello di attuare una indispensabile, attenta vigilanza generale sui diversi aspetti “sensibili” del nostro territorio, in rapporto alla sua vastità ed alla sua spiccata vocazione turistica, che richiederà in alcuni periodi dell’anno sicuramente di adeguare l’organico”.

“Sono onorata di poter collaborare con l'amministrazione e di essere al servizio della comunità di Rapino. – ha aggiunto l’agente Marusca Di Eugenio - Posso subito dire che vi è tanto entusiasmo e tanta voglia di fare bene. Il sindaco, capo dell’Ufficio di Polizia Municipale, mi ha già informato che il territorio registra criticità nel settore dell'ambiente, che richiedono subito l'implementazione di servizi orientati a debellare talune condotte che comportano degrado e pregiudizio al pregio paesaggistico di cui naturalmente gode il territorio (abbandono incontrollato di rifiuti di vario genere) come anche nel settore della viabilità urbana, dovuto probabilmente al fatto che da tempo il servizio era scoperto. Per me è fondamentale stabilire un rinnovato rapporto di fiducia tra la struttura e cittadino e di interpormi con il mio ruolo per il soddisfacimento delle prime istanze”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per attuare al meglio il servizio, l’amministrazione comunale di Rapino ha anche varato l’acquisto di un mezzo apposito per la Polizia Municipale, che servirà anche per interventi di Protezione Civile nonché di urgenze sociali e ambientali e di pronto intervento per emergenze derivanti da situazioni meteo particolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento