Rapinavano gli autotrasportatori nelle aree di servizio: 11 arresti

Il sodalizio criminale attivo in Puglia, Campania, Molise e Abruzzo. Hanno rubato materiale per circa un milione di euro

Nove pregiudicati in carcere, una persona agli arresti domiciliari e due con obbligo di dimora: è il bilancio dell'operazione "Sottotraccia" che ha sgominato un sodalizio criminale attivo in Abruzzo, Puglia, Campania e Molise, responsabile di diverse rapine ad autotrasporti sulla tratta autostradale della A14 e della A16.

Secondo la polizia la 'banda dei tir' avrebbe perpetrato nel tempo furti pluriaggravati, rapine, ricettazioni, danneggiamento e uso illecito di apparecchi atti a intercettare. Le indagini, partite dagli agenti della sottosezione polizia stradale di Bari Sud, in sinergia con i colleghi della polizia giudiziaria compartimentale e delle sottosezioni autostradali di Trani e Vasto, sono partite ad agosto scorso.

L'organizzazione criminale utilizzava mezzi da carico rubati e riciclati anche con l’applicazione di targhe clone per appropriarsi di merci di varia natura, come pneumatici, alimentari, farmaci, materiale informatico. Il valore della merce rubata è prossimo al milione di euro. Molte delle rapine avvenivano all'interno delle aree di servizio, dove gli autotrasportatori erano fermi per fare benzina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

  • Tamponamento a catena sull’Asse Attrezzato: code in direzione Pescara

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • La nonnina dei record se n'è andata: muore a 105 anni Angela Di Sciascio

Torna su
ChietiToday è in caricamento