Proverbi abruzzesi: "Lu monac'virgugnos'arevè 'nghe la v'saccia svoite"

Tradotto letteralmente, intende dire che "Il prete che si vergogna, torna a casa con la borsa vuota": è un incoraggiamento a far sentire la propria voce

Forse non lo avete mai sentito dire o forse qualcuno ha cercato di esortarvi con questo modo di dire tipicamente abruzzese. Parliamo del proverbio che sostiene che "Lu monac'virgugnos'arevè 'nghe la v'saccia svoite". 

Tradotto letteralmente, intende dire che "Il prete che si vergogna, torna a casa con la borsa vuota", ossia il questuante che ha timore di infastidire gli altri per battere cassa, non ha certo speranze di ottenere un buon risultato con le offerte. 

In pieno stile abruzzese, questo modo di dire vuole spingere i più timidi a non aver paura di far sentire la propria voce o far valere la propria ragione, pena doversi sacrificare o dover rinunciare a qualcosa che invece potrebbero avere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Coronavirus, quattro studenti sotto osservazione in Abruzzo

  • Scooter travolge madre e figlioletto: coinvolto un giovane di Francavilla

Torna su
ChietiToday è in caricamento