Al Pronto Soccorso medici e infermieri incontrano i cittadini

Un modo per "educare" i cittadini ad un uso coretto del Pronto Soccorso e per non ingolfarne inutilmente le attivita

Un po' per informare, un po' per "educare" i cittadini a un uso corretto del Pronto Soccorso, per non ingolfarne inutilmente le attività. E' questa la finalità degli incontri con la popolazione che medici e infermieri dell'ospedale di Chieti terranno dal 17 al 19 giugno, presso la sala d'attesa.

Sia al mattino che di pomeriggio alcuni operatori saranno a disposizione degli utenti per illustrare compiti e ambiti di competenza del Pronto Soccorso. Sono all'ordine del giorno, infatti, casi di utilizzo improprio dei servizi della Medicina d'urgenza, determinando situazioni di affollamento che non aiutano a migliorarne l'efficienza. L'occasione, allora, diventa propizia anche per spiegare il "codice colore", il sistema che filtra l'accesso in base alla gravità dei sintomi presentati.

"Parleremo di triage - sottolinea Maria Antonietta Di Felice, responsabile del Pronto Soccorso dell'ospedale di Chieti -, di modalità nell'attribuzione dei codici, delle attese vissute in alcuni casi come disservizio e della necessità di selezione nell'erogazione di talune prestazioni, oltre ai progetti di miglioramento dell'assistenza da realizzare in collaborazione con specialisti e medici di medicina generale. Il confronto  con i cittadini sarà utile anche per mettere a fuoco, se esistono, difficoltà nelle relazioni con i nostri operatori".

L'iniziativa si colloca nell'ambito della "Settimana del Pronto Soccorso", organizzata dalla Segreteria nazionale SIMEU (Società Italiana di Emergenza Urgenza), che delega le Sezioni regionali a organizzare eventi e incontri informativi con la popolazione.

Potrebbe interessarti