Prefettura: al via il monitoraggio degli istituti di vigilanza privati

Insediata la Conferenza Provinciale Permanente per il monitoraggio del settore e per verificare l'adeguatezza dei servizi offerti ai parametri della riforma

La Prefettura di Chieti ha insediato oggi, come previsto dal Ministero dell’Interno, la Conferenza Provinciale Permanente per verificare la rispondenza degli Istituti di vigilanza privata ai parametri di qualità fissati dal D.M. n. 269/2010, che concedeva alle aziende per l'adeguamento 18 mesi, scaduti il 16 settembre scorso.

A questo proposito, la Prefettura ha provveduto ad acquisire, da parte degli istituti di vigilanza operanti nella provincia, tutta la documentazione riguardante l’adeguamento alle nuove norme. Il monitoraggio interesserà le aziende che svolgono attività di vigilanza privata nei comuni della provincia e che impiegano circa 384 guardie giurate armate.

Presente al tavolo odierno anche l'Assiv,  l’associazione delle imprese di vigilanza aderente a Confindustria.

Gli istituti di vigilanza non in linea con i requisiti richiesti rischiano sanzioni fino alla revoca della licenza.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, negativo il tampone sulla giovane ricoverata a Vasto

Torna su
ChietiToday è in caricamento