Prefettura: al via il monitoraggio degli istituti di vigilanza privati

Insediata la Conferenza Provinciale Permanente per il monitoraggio del settore e per verificare l'adeguatezza dei servizi offerti ai parametri della riforma

La Prefettura di Chieti ha insediato oggi, come previsto dal Ministero dell’Interno, la Conferenza Provinciale Permanente per verificare la rispondenza degli Istituti di vigilanza privata ai parametri di qualità fissati dal D.M. n. 269/2010, che concedeva alle aziende per l'adeguamento 18 mesi, scaduti il 16 settembre scorso.

A questo proposito, la Prefettura ha provveduto ad acquisire, da parte degli istituti di vigilanza operanti nella provincia, tutta la documentazione riguardante l’adeguamento alle nuove norme. Il monitoraggio interesserà le aziende che svolgono attività di vigilanza privata nei comuni della provincia e che impiegano circa 384 guardie giurate armate.

Presente al tavolo odierno anche l'Assiv,  l’associazione delle imprese di vigilanza aderente a Confindustria.

Gli istituti di vigilanza non in linea con i requisiti richiesti rischiano sanzioni fino alla revoca della licenza.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Scacco allo spaccio di droga: quattro in manette, sette indagati

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

Torna su
ChietiToday è in caricamento