Poliziotto a quattro zampe scova la droga nascosta a scuola

Le unità cinofile di Chieti hanno trovato sostanze stupefacenti nel corso di un controllo a sorpresa

A Larino (CB) le unità cinofile di Chieti al seguito dei Carabinieri della stazione frentana hanno trovato della droga nel corso di controlli a sorpresa in una scuola di Larino. Le sostanze stupefacenti era nascoste sotto il lavandino di una toilette.
I militari sono entrati nelle classi con i cani antidroga ed estendendo le verifiche al perimetro esterno dello stabile, ai locali di pertinenza delle scuole, comunque in uso agli studenti anche per attività extra-didattiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell'ispezione sono stati rinvenuti circa tre grammi di marijuana, un grammo di hashish e un trita erbe, occultati sotto il lavandino di un bagno. Il trita erba è utilizzato per ottenere una perfetta estrazione dei principi attivi contenuti nella marijuana, assicurandosi così una combustione omogenea. Sono in corso verifiche per stabilire la provenienza della sostanza stupefacente e chi la deteneva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un'intera famiglia contagiata a Lanciano: hanno partecipato al funerale a Campobasso

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

Torna su
ChietiToday è in caricamento