Piscina: sì alla risoluzione con Teate Splashing, incertezza sui tempi

Mentre le minoranze insorgono perché il Comune avrebbe detto ai genitori degli atleti professionisti che l'associazione sportiva gestirà lo stadio del nuoto fino a giugno 2016, da palazzo d'Achille arrivano rassicurazioni su una "corretta risoluzione"

La Teate Splashing resterà a gestire la piscina comunale almeno fino a giugno prossimo, nonostante i debiti da oltre 600mila euro con il Comune di Chieti? La risposta, in realtà, è ancora nebulosa. 

A fronte delle rassicurazioni del Comune, che in una nota inviata dall’assessore allo Sport Antonio Viola garantisce che “Stiamo procedendo nella maniera più spedita per predisporre provvedimenti tecnicamente ben motivati e inoppugnabili”, c’è quanto emerso in una riunione in Comune con i genitori di alcuni atleti, a cui sarebbe stato comunicato che, almeno fino a giugno 2016, Teate Splashing continuerà a gestire lo stadio del nuoto

Una notizia che ha fatto infuriare le opposizioni: il consigliere Pd Alessandro Marzoli, che da tempo chiede chiarezza sui debiti dell’associazione sportiva, ha fatto richiesta di accesso agli atti per avere una situazione chiara su tutti gli impianti cittadini. Il capogruppo de L’Altra Chieti, Enrico Raimondi, punta il dito contro l’amministrazione e promette: “Assumeremo tutte le iniziative consiliari più opportune per far luce sulla vicenda e consentire alla nostra città di avere una gestione dell’impianto del nuoto efficiente”. 

L’altro ieri (martedì 10 novembre) nella piscina di via Maestri del Lavoro c’è stato un sopralluogo del dirigente al settore Lavori pubblici Paolo Intorbida “per un riscontro - si legge nella nota del Comune - delle opere effettuate in base a quanto previsto dal contratto”. Teate Splashing, infatti, ha realizzato lavori per oltre 1 milione di euro nell’impianto: alcuni obbligatori secondo l’appalto, altri stabiliti autonomamente per apportare ulteriori migliore alla struttura. 

“Si è addivenuti alla decisione - prosegue Viola - di approntare un atto di risoluzione contrattuale con l’attuale gestore della piscina nella maniera più corretta dal punto di vista amministrativo e che sia soprattutto sufficientemente motivato”. 

Seguono le rassicurazioni sul fatto che “l’impianto non chiuderà neanche per un giorno” e che “il servizio sarà mantenuto” senza disagi per gli atleti e i normali utenti. Ancora nessuna risposta ufficiale, però, sul “quando”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in A14: muore Alessandro Berloni, manager della Fox Petroli

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Operazione Tallone d'Achille: giovanissimi facevano il pieno di droga prima delle notti in discoteca

  • La dea bendata torna a baciare la ricevitoria Luciani: vinti 50 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
ChietiToday è in caricamento