Piscina "Le Gemelle": istruttori e abbonati protestano in piazza

Gli utenti del centro sportivo di Lanciano protestano contro disservizi e chiusure a singhiozzo. Striscione contro Serraiocco

Ieri sono scesi in piazza i lavoratori del centro sportivo comunale "Le Gemelle" di Lanciano. Assieme a tanti utenti (sono 2300 gli iscritti) hanno potestato contro i disservizi e le chiusure a singhiozzo che stanno caratterizzando da circa un mese le attività della struttura gestita dalla Sportlife dell'amministratore Vincenzo Serraiocco. In piazza Plebiscito gli istruttori della piscina  che non percepiscono lo stipendio da gennaio hanno ricevuto la solidarietà di  tanti cittadini e del sindaco Mario Pupillo.

Alla protesta di ieri si è arrivati dopo una serie di problemi iniziati da tempo con la mancata retribuzione dei dipendenti.

Proseguita poi con i contatori sigillati per i mancati pagamenti di metano e corrente elettrica . In settimana, infine, nuova chiusura: staccata anche l'acqua per lo stesso motivo.

Al momento la piscina risulta chiusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Coronavirus: sarà trasferito allo Spallanzani il primo paziente positivo in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento