Chiusura Thales, la petizione per la salvezza arriva sul web

Sul sito change.org la lettera che chiede al ministro Poletti, al sindaco Di Primio e al governatore D'Alfonso di salvare la sede teatina

A pochi giorni dall’annuncio della Thales di chiudere la sede teatina di via Enrico Mattei, sul web è stata lanciata una petizione che chiede di salvare lo stabilimento in cui lavorano 100 persone

Sul sito change.org si può sottoscrivere la petizione che si rivolge, oltre ai vertici della multinazionale, al ministro del Lavoro Giuliano Poletti, al presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e al sindaco di Chieti Umberto Di Primio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Oltre ad avere un impatto occupazionale negativo, diretto e indiretto - si legge nella petizione - rischia di essere davvero l’ultimo ‘colpo gobbo’ dei tanti già avvenuti negli anni (Burgo, Sixty…). Questa petizione vuole riportare i riflettori istituzionali sulla vicenda e non lasciare intentata ogni strada di trattativa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un'intera famiglia contagiata a Lanciano: hanno partecipato al funerale a Campobasso

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

Torna su
ChietiToday è in caricamento