← Tutte le segnalazioni

"Perché lo scippo alla clinica Spatocco?"

Redazione

Viale Giovanni Amendola · Centro

Gentile redazione,

sono una cittadina di Chieti molto irritata. Da molti comitati cittadini..arriva un urlo di rabbia di cui vorrei farmi portavoce. Parlo dello scippo operato da Pierangeli....nei confronti della clinica ex Spatocco. Molte persone anziane e non...sono estremamente deluse...da questi giochi di economia e di potere...che discriminano il cittadino. Per quale oscuro motivo..La Clinica Spatocco...struttura funzionante , efficiente, veloce, deve subire questo spostamento????

Nessuno ha pensato che Chieti..Città di anziani.. viene privata di una struttura sanitaria vicina al bisogno del cittadino? E per quale strano motivo...I nostri amministratori se ne stanno con le mano in mano???? Tutti noi siamo sconcertati . Vogliamo salvare lo spostamento dei reparti chirurgici della Clinica...poiché...essa risponde con professionalità alle esigenze sanitarie e logistiche. Promuoviamo una sollecitazione cittadina per evitare questo scempio.

Mi faccio portavoce di cittadini deboli indignati...soli abbandonati. anziani senza mezzi..per i quali la Clinica Spatocco ha rappresentato un aiuto alla diagnosi e alla salute..rispetto a liste d'attesa... bibliche e ricoveri..in corsia vergognosi di ospedali pubblici.

Mirella Lattanzio

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Salvor Hardin
    Salvor Hardin

    Il fatto è che la Spatocco, (e vale pure per la ex Villa Pini) al di là dell'attività di ricovero e chirurgia, comunque importantissima in città, era, di fatto, il vero Distretto Sanitario di Base di Chieti Alta frapponendosi alla grande, per le necessità teatine, tra il medico di famiglia e il Policlinico. Ora senz'altro molte delle professionalità e delle apparecchiature diagnostiche di ultima generazione partiranno per la costa insieme alle chirurgie. Se ora la sanità pubblica non crea un vero, funzionante ed attrezzato centro di diagnosi e cura di base sul colle (quella schifezza da quarto mondo in via Tiro a Segno non conta), la vedo molto ma molto male per una città in progressivo invecchiamento come la nostra. Preparatevi ad anni di attesa per poter poi attendere tante ma tante ore sulle sedie del Policlinico, ammesso che ne troviate libere, o a trasferte più o meno lunghe, magari nelle Marche. E' un po' scomodo ma fate molto prima e col risparmio del ticket ci pagate il viaggio. 

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento