Passolanciano, oltre 20 milioni per gli impianti. Febbo: "Diventerà una delle migliori stazioni sciistiche del centro-sud"

Approvata dalla giunta regionale la delibera che definisce la nuova programmazione. Fra gli interventi: seggiovia ad ammorsamento automatico, sistema skipass, miglioramento della viabilità e parcheggi


“Avanti spediti nel portare avanti gli interventi sulle infrastrutture funzionali alla valorizzazione turistica delle stazioni invernali Passolanciano – Majelletta attraverso una specifica rimodulazione delle opere per una spesa complessiva di 20 milioni e 200 mila euro, fondi Cipe”. A comunicarlo è l’assessore regionale alle Attività Produttive e Turismo della Regione Abruzzo Mauro Febbo che specifica: “giovedi la Giunta regionale presieduta da Marco Marsilio ha approvato la proposta di  rimodulazione degli interventi pianificati al fine di realizzare il prolungamento dell’impianto della Seggiovia fino alla stazione di Mammarosa, portandolo ad una lunghezza inclinata complessiva di circa 2.200 anziché 1.100 metri previsti nell’iniziale programmazione.

"Questa nuova soluzione - aggiunge Febbo - consente di collegare la stazione sciistica di Passolanciano con quella di Mammarosa anche senza le due sciovie Mirastelle e Lenette, rispetto alle quali l’Ente Parco aveva espresso forti  perplessità. L’area interessata dagli interventi ricade nel Parco Nazionale della Majella, ed è anche ricompresa in siti di interesse comunitario e zone di protezione speciale, per cui chiederemo ai progettisti di porre la massima attenzione al rispetto dei vincoli ambientali e naturalistici delle aree, in accordo con gli Enti preposti alla loro tutela.".
 
È stata individuata anche una nuova soluzione per l’impianto di innevamento, che sarà ora ubicato nell’area bassa di Passolanciano e vedrà la realizzazione di un piccolo bacino di accumulo idrico superficiale inserito in un’area verde attrezzata anche per i più piccoli. In estate il piccolo bacino di accumulo, oltre ad assicurare una riserva di acqua utilizzabile come antincendio, potrà diventare, insieme all’area verde attrezzata, il luogo di partenza per attività come trekking, biking, escursionismo, o dove, semplicemente, potranno godersi la montagna famiglie e bambini. In inverno, invece, la piccola riserva di acqua potrà essere utilizzata per produrre neve artificiale nelle piste da sci della parte bassa del comprensorio sciistico. Interventi mirati esclusivamente ad allungare la presenza dei turisti oltre le stagione invernale ed estiva.
 
Sei gli interventi che l’Arap Abruzzo dovrà realizzare: la seggiovia ad ammorsamento automatico (euro 8.160.000,00), l’impianto di innevamento (euro 7.300.000), il sistema skipass (euro 1.160.000), il recupero dell’edificio polivalente (euro 1.480.000), il miglioramento della viabilità e parcheggi (euro 1.250.000) e la valorizzazione turistica del comprensorio (euro 850.000).

"Pertanto – dichiara Febbo -  adesso è possibile chiudere la fase di progettazione e pubblicare i bandi di gara dei primi due interventi di demolizione e ricostruzione dell’edificio polivalente e di miglioramento della viabilità, da appaltare entro questa estate.Gli altri interventi, che richiedono procedure autorizzative più complesse, saranno appaltati entro l’estate dell’anno prossimo.
 
Passo Lanciano – conclude  - deve diventare una delle migliori stazioni sciistiche del centro-sud, con scuole sci di eccellenza, perché ne ha le potenzialità. Si lavora per far assumere alle nostre stazioni sciistiche un ruolo di profilo anche europeo, potendo attrarre un’utenza che proviene da Lazio, Campania, Puglia e da tutto il centro sud. Nelle prossime settimane partirà la campagna promozionale per il rilancio del turismo a livello nazionale e, in particolare, in queste specifiche regioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, negativo il tampone sulla giovane ricoverata a Vasto

Torna su
ChietiToday è in caricamento