Ortona, la capitaneria di porto blocca tre pescatori subacquei: sequestrati 2 mila ricci di mare

Purtroppo la costa teatina continua a essere meta ambita dei pescatori di frodo di ricci provenienti da altre regioni del sud Italia. Fermati tre sub pugliesi

La costa teatina, purtroppo, continua ad essere meta ambita dai pescatori di frodo. In particolare dalle regione del sud italia, dove il mercato nero dei prodotti ittici è molto redditizio, arrivano pescatori a caccia di ricci. Un nuovo episodio è avvenuto la scorsa notte a Ortona.

Due veicoli sono stati avvistati nella zona del faro, dove il personale della capitaneria di porto, in abiti borghesi per non destare sospetti all’informatore presente sulla scogliera adiacente la zona di pesca, ha attuato una lunga attività di appostamento in attesa del rientro a terra dei subacquei.

L’appostamento si è concluso alle 2 del mattino, quando i militari della guardia costiera sono usciti allo scoperto proprio mentre i due subacquei, e il loro complice rimasto a terra, erano in procinto di caricare il prodotto in macchina per ripartire.

Ii tre soggetti, tutti della zona di Trani, in Puglia sono stati sanzionati per oltre 5 mila euro. Sequestrata l’intera attrezzatura da sub, con tanto di bombole e mute professionali, mentre il bottino di pesca, quasi 2.000 ricci di mare ancora vivi, è stato rigettato in mare.Tra le violazioni contestate anche l’accesso in zone interdette del porto di Ortona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il riccio è una ricchezza tipica dei nostri mari - dichiara il comandante della guardia costiera, Forte - indice anche del buono stato di salute dei nostri fondali. Continueremo a tutelare la sua presenza da queste scorribande irrispettose del mare e dell'ambiente”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Pestaggio fuori dal pub del centro: 23enne in ospedale con fratture al volto, caccia agli aggressori

  • Assegno familiare: tutti i requisiti per ottenerlo

  • Università post Covid, innamorata di Chieti si laurea alla D’Annunzio, gli amici: “Le abbiamo donato la presentosa”

  • Coronavirus: cinque nuovi casi oggi in Abruzzo, nessuno in provincia di Chieti, ma si registra un decesso

  • Molestia sessuale a una minorenne con la scusa di chiedere indicazioni stradali: denunciato un 61enne

Torna su
ChietiToday è in caricamento