Salviamo l'orso: a Palena taglio boschivo nel periodo più delicato per gli esemplari

Il Parco Nazionale della Majella autorizza un taglio boschivo in un'area ricca di risorse alimentari per l'orso che in questo periodo si prepara al letargo invernale. L'associazione: non si poteva programmare in un momento diverso?

Allarme di Salviamo l'orso, l'associazione di volontari che lavora per salvare l'orso marsicano dall'estinzione e proteggere il suo habitat naturale, dopo l’autorizzazione da parte del Parco Nazionale della Majella di un taglio boschivo a Palena, in località Cesa Longa. Si tratta di un'area caratterizzata da arbusti fruttiferi e da porzioni di bosco, ricca di risorse alimentari per l’orso che in questo periodo dell'anno si prepara al letargo invernale.

Il taglio, a quanto si apprende, sarebbe già in corso. "Ancora una volta vengono ignorate le piu elementari misure di tutela a favore dell’orso e per di piu’ all’interno di un Parco Nazionale” dichiara l'associazione a Meteo Web.

"Negli ultimi anni  - continua - numerose  sono state le segnalazioni  di esemplari di orso marsicano incluso alcune femmine accompagnate dai loro cuccioli. Se ad un’area di questo tipo, la cui importanza è accresciuta dal fatto chè posta lungo la direttrice attraverso cui svariati esemplari di orso si spostano tra il PNALM ed IL PNM, un Ente come il PNM non riesce a garantire un’adeguata protezione impedendo il taglio o almeno programmandolo per tempo in un periodo diverso, come possiamo poi pretendere che la popolazione di orso si espanda  come proprio il PNM insiema ad altri Enti comunicava pubblicamente un paio di mesi fa?".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Megalò 2, nessuna ripresa dei lavori: sarà decisivo il pronunciamento del Tar previsto per il 23 marzo

  • Incidenti stradali

    Frontale tra due auto in via Masci, intervengono polizia municipale e ambulanza

  • Cronaca

    Un comizio del Pd nella chiesa dei funerali delle vittime di Rigopiano, ma D'Alfonso schiva la protesta dei familiari

  • Video

    Video | Le nove porte storiche che separavano l'antica Teate dalle lande desolate

I più letti della settimana

  • Lego apre a Megalò: conto alla rovescia per lo store dei mitici mattoncini

  • Studentessa perde il controllo dell'auto e finisce contro i pali: aveva un tasso alcolemico 4 volte superiore al limite

  • Marijuana nascosta negli slip: 40enne arrestato a Chieti Scalo

  • Il ministro Lorenzin a Lanciano: "Costruiremo quattro nuovi ospedali"

  • Colpito da un ammasso di 5 quintali caduto dal carrello elevatore: grave operaio

  • Stroncato traffico di droga a Francavilla: sequestrati 17 chili di sostanze

Torna su
ChietiToday è in caricamento