Operai intossicati dal monossido di carbonio: trasferiti al Centro iperbarico

Un 65enne di Francavilla e un 39enne di Pescara si sono sentiti male mentre erano al lavoro in un cantiere questa mattina

Due operai sono rimasti intossicati a causa del monossido di carbonio mentre erano al lavoro in un cantiere privato in via Tirino a Pescara.

P.G., 39 anni residente a Pescara, e F.G., 65 anni residente a Francavilla, si sono sentiti male nella tarda mattinata di oggi: uno è svenuto, mentre l'altro lamentava nausea e cefalea.

Un collega ha allertato il 118 per trasportarli in ospedale. Successivamente i due operai sono stati trasferiti al Centro iperbarico di Fano, nelle Marche.

Secondo una prima ricostruzione, il monossido di carbonio sarebbe fuoriuscito da un macchinario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

  • Coronavirus, quattro studenti sotto osservazione in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento