Omicidio Vasto: Pepe interrogato, gli avvocati chiedono discrezione

E' stato interrogato stamane Matteo Pepe, l'imprenditore 43enne di Lucera accusato di aver ucciso sabato scorso la sua convivente Neila Bureikaite. Ha risposto a tutto

Si è svolto stamane davanti al gip del tribunale di Vasto l’interrogatorio di Matteo Pepe, il 43enne di Lucera accusato di aver ucciso sabato scorso la sua convivente Neila Bureikaite, la bella lituana di 24 anni.

L'arresto per omicidio volontario è stato convalidato.

Mentre si segue la pista della gelosia, scatenata dal fatto che Pepe avrebbe potuto scoprire l’esistenza di una relazione intrecciata dalla sua compagna con un altro uomo, oggi l’imprenditore ha collaborato col Giudice rispondendo alle domande.

I suoi legali, gli avvocati Pasquale Morelli e Giampaolo Marco però chiedono riserbo. " È una vicenda delicata, che vive ore decisive per il suo avvenire – spiegano - le ipotesi concettuali pubblicate in queste ultime ore non sono state delineate correttamente e dalle stesse prendiamo le distanze. Riteniamo, quindi, che ai fini di una corretta informazione, sia meglio non seguire indiscrezioni e false attestazioni, tutte certamente tratte da fonti non provate. Occorre pertanto che venga osservata la massima discrezione, affinché la difesa e la magistratura possano seguire correttamente il proprio lavoro. Tale esigenza risponde ad un obbligo deontologico, che questa difesa intende rispettare senza riserva alcuna, ma soprattutto è adottata per esprimere il più alto rispetto del dolore e della preoccupazione vissuta dalle famiglie coinvolte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri è stata effettuata l’autopsia sulla salma della ventiquattrenne lituana: l’esame ha confermato quanto emerso da una prima  ricognizione cadaverica eseguita sabato dal medico legale Pietro Falco: la giovane è morta a causa delle lesioni causate da tre coltellate infertegli alla schiena.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

Torna su
ChietiToday è in caricamento