Muore in sala operatoria mentre gli sostituiscono il pacemaker: aperta un'inchiesta

La Procura vuole vederci chiaro sul decesso di Angelo D'Alò, avvenuto lunedì nel reparto di Cardiologia del SS. Annunziata durante un'operazione di routine

Un intervento di routine, ma qualcosa potrebbe essere andato storto e adesso i familiari di Angelo D’Alò, 76 anni di Rapino, vogliono chiarezza. L’uomo era ricoverato al policlinico SS. Annunziata dove ha subito l’intervento programmato di sostituzione del pacemaker. Il decesso lunedì, durante l’operazione, nel reparto di Cardiologia. I sanitari hanno provato a rianimarlo ma non è bastato.

La moglie e i figli del pensionato di Rapino hanno presentato una denuncia alla Procura che ha aperto un’inchiesta e ordinato l’autopsia. Anche l’Azienda sanitaria avrebbe avviato un’indagine interna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La famiglia D’Alò, assistita dall’avvocato Tiziano Ferrante, vuole sapere se è stato fatto tutto il posibile per salvare il loro caro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento