Montagna, ritrovati due escursionisti dal soccorso alpino: erano esausti dopo una lunga camminata

Quasi ultimate le operazioni di recupero di due escursionisti di Foggia a Passo Godi. L’allarme era scattato ieri sera

Sono in corso da ieri notte e si stanno ultimando soltanto ora le operazioni di recupero di due escursionisti, un uomo e una donna di 61 e 41 anni, lui di Foggia, che in compagnia del loro cane hanno deciso di passare la scorsa notte all’addiaccio in un bosco compreso nella zona tra Passo Godi e Pescasseroli.

La scelta di fermarsi è arrivata soltanto a causa della stanchezza, sono infatti buone le loro condizioni di salute e non è stato necessario in alcun modo l’intervento dei sanitari.

A dare l’allarme intorno alle 23 di ieri è stata però un’amica della donna, che spaventata per il mancato rientro ha deciso di allertare il 118.

Le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico della stazione di Sulmona, che nella notte scorsa hanno battuto in lungo e largo il territorio compreso tra Passo Godi e Pescasseroli perlustrando soprattutto gli stazzi e i rifugi in cui i due avrebbero potuto ripararsi, questa mattina, grazie anche all’avvistamento di un pastore, hanno intercettato i due escursionisti in località Pratorosso.

La donna, meno affaticata, sta procedendo autonomamente accompagnata dai soccorritori, mentre l’uomo, esausto, verrà condotto a valle dal fuoristrada del Soccorso Alpino e Speleologico.

Sul luogo presente anche il personale di Guardia di Finanza e Soccorso Alpino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sant'Anna piange Pierluigi Orsini, oggi i funerali

  • Ferito da un colpo di fucile durante una battuta di caccia al cinghiale: è grave

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • Lanciano in lutto per la scomparsa del dottor Brasile, morto durante l'escursione sulla Majella

  • Era originario di Lanciano uno dei due escursionisti morti sulla Majella

  • Incidente in A14: nove mezzi coinvolti, tratto chiuso tra Francavilla e Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento