Mazzocca in sopralluogo dopo le frane: "Situazione inquietante, Chieti ha la priorità"

Il sottosegretario regionale in via Silvino Olivieri e piazza Garibaldi dove sono in corso due cantieri

Visita del sottosegretario regionale Mario Mazzocca questa mattina a Chieti per fare il punto della situazione sui numerosi smottamenti e delle frane verificatesi negli ultimi giorni. Accompagnato dal sindaco Umberto Di Primio, con gli assessori comunali Raffaele Di Felice e Mario Colantonio, la visita di Mazzocca è iniziata intorno alle 8.30 con gli accertamenti in via Silvino Olivieri e piazza Garibaldi dove sono in corso due cantieri in seguito alle voragini apertesi negli ultimi quattro giorni, per proseguire su via Modesto della Porta, dove sono iniziati i lavori di messa in sicurezza della strada, e Madonna della Vittoria, dove già ieri Mazzocca aveva effettuato un sopralluogo con Colantonio e  si stanno allargando le due pericolose frane. Non è mancata una tappa anche nell’area esterna di due edifici inagibili, Palazzo de Pasquale in via Vicoli, evacuato la settimana scorsa e l’ex convento di Largo dell’Addolorata.

“La situazione preoccupante – ha commentato il sottosegretario regionale -  in Abruzzo Chieti è sicuramente la prima città a necessitare di interventi immediati. Con il sindaco abbiamo ipotizzato un primo e preliminare quadro degli interventi per supportare il Comune a superare le criticità in corso, quadro che sottoporrò tempestivamente all'attenzione del presidente D'Alfonso quale Commissario delegato per il Dissesto. Purtroppo tali eventi saranno sempre meno eccezionali e i Comuni e le Regioni non ce la potranno mai fare da soli. Per tale motivo, lo Stato deve imprimere una accelerata sul tema della tutela del territorio.

Per quanto riguarda le risorse economiche credo che su tale fronte sia indispensabile aprire un tavolo di discussione con il Governo. In questi anni ne ho viste parecchie di frane ma è inquietante, a Chieti, la concentrazione, in così pochi giorni, di tante situazioni di dissesto. Alla Giunta regionale – ha aggiunto - sottoporrò l’esigenza particolare del Comune di Chieti, quanto meno per consentire un aiuto in termini di anticipazione della dichiarazione di stato d’emergenza che il Consiglio dei Ministri ha già deliberato lo scorso 20 gennaio”.

“Spero che dopo la visita del sottosegretario Mazzocca vi siano azioni concrete sotto il profilo del finanziamento dei lavori che il Comune sta portando avanti – ha detto Di Primio - Ci servono risorse che non possono essere quelle del bilancio comunale, notoriamente vincolato alle spese già programmate. L’ufficio tecnico, su mia indicazione, sta continuando a fare controlli su tutto il territorio, ma l’esigenza ora è anche quella di riavviare i progetti di mitigazione del rischio idrogeologico per i quali ci sono finanziamenti ministeriali. C’è bisogno della coesione di tutti i soggetti istituzionali”.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

  • Coronavirus, quattro studenti sotto osservazione in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento